12 gennaio 2017 - Ravenna, Cronaca, Meteo

Neve e stato del mare, scatta l'allerta meteo

Dalla mezzanotte di oggi

Dalla mezzanotte di oggi, giovedì 12 gennaio, alle 12 di sabato 14 (36 ore) sarà attiva l’allerta meteo numero 5 dell’Agenzia regionale di protezione civile, di livello 1 – fase di attenzione, relativa a neve e stato del mare per quanto riguarda il Ravennate.

Secondo quanto riporta l’allerta, il territorio dovrebbe essere interessato da precipitazioni a partire dalla seconda parte della giornata di domani e lungo la fascia costiera dovrebbe trattarsi di pioggia mista a neve.

Si raccomanda di non accedere a moli e dighe foranee, di mettere in atto le opportune misure di auto protezione e tutti i comportamenti che è necessario adottare in caso di neve/ghiaccio, consultabili sul sito del Comune di Ravenna e che riportiamo qui di seguito:

“Cosa fare se nevica”

Dal 1° novembre al 15 aprile è attivo il “Servizio relativo al ripristino delle normali condizioni di viabilità in presenza di ghiaccio e/o precipitazioni nevose per la stagione invernale”, PIANO GHIACCIO/NEVE che prevede azioni per liberare le strade e ripristinare le condizioni di sicurezza per la circolazione in condizioni meteo avverse.
In tali occasioni entrano in funzione: 130 mezzi, di cui: 50 lame, 15 pale, 4 autocarri, 20 bobcat e 41 spandisale dedicati allo spargimento manuale di sale. Anche i cittadini, nel caso si verifichino situazioni di particolare emergenza legate al maltempo, sono chiamati ad adottare particolari cautele e ad avere comportamenti “virtuosi”.
L’intervento di tali mezzi scatta osservando i seguenti 3 livelli di priorità:
Alta priorità: garantire la viabilità nei punti di ingresso/uscita dalla città e l’accesso agli edifici più importanti in fase di emergenza come il Pronto Soccorso, le sedi delle Forze di Polizia, gli uffici amministrativi, ecc.. 
Media priorità: strade comunali di viabilità principale in città e nel forese, con particolare attenzione ai tratti in salita, agli svincoli, alle rotonde, alle curve ed incroci pericolosi e agli accessi ad altri edifici importanti come l’ospedale, gli ospizi, gli ambulatori, le farmacie, le scuole, gli asili, ecc.. 
Bassa priorità: strade secondarie, le piazze, i parcheggi, i percorsi ciclabili e pedonali.

In caso di emergenza è prevista la chiusura delle scuole

Nel caso in cui le precipitazioni nevose dovessero risultare abbondanti, fino al punto di compromettere seriamente la sicurezza della mobilità locale, il Sindaco potrà emanare un’ordinanza di chiusura degli Asili Nido e delle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale. 
In questo caso le famiglie e gli studenti ne saranno informati con un SMS inviato al loro cellulare.
I genitori potranno apprendere la notizia accedendo al sito istituzionale del Comune di Ravenna all’indirizzo www.comune.ra.it oppure accedendo al profilo istituzionale del Comune di Ravenna sui social network Facebook e Twitter. Le scuole di Ravenna e le famiglie sono state preventivamente informate attraverso una campagna di comunicazione.

Obblighi e modalità da adottare per la circolazione stradale

Un’ordinanza del Sindaco (n.2117 del 25/11/2011) vieta il transito con tutti i veicoli a due ruote (biciclette, ciclomotori, motoveicoli, ecc.) in tutte le strade, piazze e pertinenze stradali di competenza del Comune di Ravenna e ubicate all’interno del territorio comunale. 
Per le automobili è d’obbligo l’uso delle catene omologate o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio nei seguenti tratti stradali:

cavalcavia di via Romea Sud (sui Fiumi Uniti); sottopasso della linea ferroviaria in Viale Europa compreso tra la Rotonda Gran Bretagna e la Rotonda Germania; rampe di raccordo tra via Ravegnana e Viale L.B. Alberti;
cavalcavia di Viale V. Randi compreso tra la Rotonda Lussemburgo e la Rotonda Austria; cavalcavia di Via Gaetano Savini sulla S.S. 16 Adriatica;
cavalcavia di Via Faentina sulla linea ferroviaria;
cavalcavia di via Teodora sulla linea ferroviaria;
cavalcavia di Circonvallazione alla Rotonda dei Goti sulla linea ferroviaria;
cavalcavia di Via Cavina sulla linea ferroviaria;
cavalcavia di Via Fosso Dimiglio sulla linea ferroviaria;
cavalcavia di Via della Chimica sulla linea ferroviaria;
cavalcavia di Via Canale Magni compreso fra Rotonda degli Spedizionieri e Rotonda degli Scaricatori

Con Ordinanza 111/2012 sono stati aggiunti i seguenti punti ritenuti anch'essi critici e cruciali per la sicurezza e la fluidità della circolazione:

Cavalcavia di Via Classicana (su Via Darsena S. Vitale);
Cavalcavia di Via Trieste (sulla S.S. 67 Tosco Romagnola);
Ponte Mobile di Via A. Monti (sul Canale Candiano);
Cavalcavia di Via Stradone (sulla S.S. 67 Tosco Romagnola);

Comportamenti e doveri dei cittadini. Misure obbligatorie da adottare.

I residenti (proprietari, conduttori e amministratori) in edifici privati che si affacciano su aree di pubblico passaggio hanno l'obbligo di adottare i seguenti comportamenti, ritenuti utili a limitare i danni provocati dalla neve o dal gelo:

sgomberare la neve dai marciapiedi per l'intera larghezza di essi e per tutto il fronte degli stabili di propria competenza (nel caso di strade sprovviste di marciapiedi tale obbligo si riferisce al suolo stradale per la larghezza di un metro e per l’intero fronte dell’edificio di propria competenza);
accogliere la neve sul bordo del marciapiede o comunque in modo che non invada la carreggiata o non ostruisca le caditoie stradali situate davanti alle loro proprietà per agevolare il deflusso delle acque di fusione;
spargere nelle aree sgomberate dalla neve, se la temperatura scende sotto zero, un adeguato quantitativo di sale, per evitare la formazione di ghiaccio;
non gettare acqua o altri liquidi che causino formazione di ghiaccio sui marciapiedi e passaggi pedonali o comunque sulla sede stradale;
sgomberare dalla neve i balconi e i davanzali prima o contemporaneamente allo spazzamento delle vie sottostanti, in modo da non recare molestia o danno ai passanti;
rimuovere la neve dai passi carrai a cura dei loro utilizzatori;
non depositare, su vie o piazze e su aree pubbliche, la neve che si è accumulata nei cortili o luoghi privati;
abbattere o rimuovere eventuali festoni o lame di ghiaccio pendenti dagli sporti dei tetti, dalle gronde e dai balconi che si protendono sulla pubblica via;
evitare di parcheggiare i veicoli sotto alle alberature o parti di esse che insistono o si protendono sulla pubblica via; allontanare i propri veicoli dalla sede stradale, per quanto possibile, mettendoli nelle autorimesse o nei cortili delle rispettive abitazioni per facilitare le operazioni di sgombero della neve.

Come ed a chi segnalare possibili disagi in caso di nevicate e gelate

L’Amministrazione comunale di Ravenna informa i cittadini che in occasione di nevicate e gelate il servizio gestione piano neve verrà svolto dall’impresa SISTEMA 3 a cui è stato affidato l’appalto.
L’impresa, al fine di andare incontro alle esigenze della cittadinanza, renderà attiva, in ogni situazione di maltempo, una Centrale Operativa a cui ci si potrà rivolgere attraverso i seguenti canali:

Numero Verde gratuito 800 97 84 83
e-mail segnalazioni@sistema.ra.it

Come ed a chi segnalare situazioni di particolare gravità

Le sole situazioni di particolare gravità (incidenti e pericoli causati dal maltempo, ostacoli alla viabilità, situazioni di disagio a persone o animali, etc.) potranno essere segnalate alla Centrale Operativa del Corpo di Polizia Municipale il cui numero è 0544.482999.

Per eventuali aggiornamenti si possono consultare le “Allerte di protezione civile” al link http://bit.ly/allerte-emilia-romagna e il sito del Comune www.comune.ra.it.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018