14 febbraio 2017 - Ravenna, Cronaca

In Procura standard produttivi sempre più elevati, “Ma pesa la carenza di amministrativi”

Il bilancio 2016

Bilancio 2016 estremamente positivo per la Procura della Repubblica a Ravenna, che ha visto – anche quest’anno -  proseguire le innovazioni e le modifiche dirette ad incrementare sia lo standard produttivo che la qualità del “servizio giustizia”. “Per quanto riguarda i procedimenti penali – ha spiegato il procuratore capo Alessandro Mancini in una conferenza stampa tenutasi questa mattina -, dobbiamo sottolineare un importante risultato.  Quelli definiti, infatti, hanno superato di alcune centinaia quelli iscritti, e ciò vuol dire che è stato aggredito anche il lavoro arretrato”.

Ottimi i risultati anche dell’ispezione ministeriale conclusasi l’8 luglio scorso, che non ha rilevato carenze, sottolineando che: “È stato registrato un miglioramento generale dell’andamento dell’ufficio, con risultati positivi sia in termini di produttività che di qualità. L’organizzazione attuale, grazie anche alla presenza di tutti i magistrati previsti in organico, ha consentito di mantenere una costante e buona produttività”. Degno di rilievo anche l’andamento delle Spese di Giustizia (consulenze, custodie, intercettazioni, indennità varie) in costante diminuzione: passate da € 1.021.381  nel 2014 a  € 816.693,23 nel 2016.

Note meno felici arrivano invece dalla carenza del personale. Come rilevato anche dalla relazione post ispezione: “L’ufficio risente sia della generale insufficienza del personale amministrativo sia, in particolare, delle attuali scoperture soprattutto nei ruoli apicali”.

Il dirigente Petrani ha sottolineato, in sede di conferenza, la preoccupazione per la mancanza di concorsi proprio per i ruoli apicali: “Le figure di coordinamento e supervisione sono fondamentali”, ha spiegato.

Non meno preoccupante per Petrani e Mancini sono i restringimenti economici che hanno colpito anche il capitolo autoveicoli: sono stati assegnati nel 2016 soltanto € 216,40 per il carburante dell’unica auto a disposizione, “considerato che essa serve per trasportare i magistrati e importanti documenti è facile sforare e presto la vettura potrebbe non essere più utilizzabile”, ha sottolineato Petrani.

 

 

Leggi in allegato il bilancio completo

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.