25 febbraio 2017 - Ravenna, Arte

I dancing romagnoli degli Anni 70 rivivono nelle foto di Gabriele Basilico

La mostra a Milano

Nel 1978, il fotografo milanese Gabriele Basilico (1944-2013) venne inviato dalla rivista di architettura Modo a realizzare un servizio sui dancing dell’Emilia Romagna, tra i quali – ovviamente - anche quelli del ravennate, per realizzare un’analisi fotografica sul mondo delle discoteche.

 

Già nel 2013 il reportage divenne un volume curato da Silvia Ferrari ed edito da Silvana Editoriale; quasi quaranta anni dopo la realizzazione, gli scatti sono stati riproposti nella mostra “Dancing in Emilia” a cura di Francesca Alfano Miglietti in collaborazione dello Studio Gabriele Basilico, ora esposta al Nonostante Marras di Milano fino al 26 marzo. Chissà se in futuro torneranno in riviera. 

Come spiega Giovanna Calvenzi nel volume "Dancing in Emilia", “Basilico ricerca con i suoi soggetti un rapporto recitato, dove le immagini nascono dalla performance collettiva e dall’interazione fotografo-fotografato. La sua comprensione e la sua partecipazione, inizialmente solo parziali, si ampliano nello svolgersi del lavoro. Indirizza dapprima la sua analisi critica verso gli spazi, gli imbottiti di plastica, il plexiglass, i neon e i finti ori, gli oblò e il peluche. Poi, con un deciso slittamento dall’incombenza professionale, passa dagli arredi e dai decori al pubblico, alla ricerca di momenti emblematici, di volti, di situazioni. Gente che balla, ritratti, il flash scava nel buio e ferma momenti, gesti, sorrisi, presenze e assenze, è strumento di indagine ma anche e soprattutto segno di riconoscimento, l’avvertimento dell’operazione in corso, un “memento” per chi vuole sfuggirgli e un punto di riferimento per chi, in processione spontanea, vuole essere parte della rappresentazione che il fotografo sta mettendo in scena”. 

 

 

Tag: mostra

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.