28 giugno 2010 - Ravenna, Cronaca

Griffe contraffatte, maxi sequestro della Finanza

Denunciate tre persone

Nelle ultime tre settimane le indagini delle Fiamme Gialle hanno portato alla denuncia di tre persone e al sequestro di 7 mila pezzi palesemente contraffatti tra targhette, borsette e cinture, destinati alla vendita nelle località balneari di Lido di Classe, Lido di Savio e Lido di Dante.

Dalle indagini dei finanzieri, condotte sia nei confronti dei depositi e dei grossi distributori, sia nei confronti della “minuta vendita” che coinvolge ambulanti e negozi, emerge chiaramente che i “falsi” erano destinati ad alimentare un mercato illecito che, da tempo, si è diffuso non solo nella riviera ravennate ma anche in altre località romagnole e che avrebbe fruttato illegalmente svariate decine di migliaia di euro.

L’acquisto di prodotti contraffatti può comportare, a carico dell’incauto acquirente, una sanzione amministrativa fino a 10 mila euro ed esporre lo stesso a seri rischi sotto il profilo della sicurezza, dovuti alla carenza di controlli nella fabbricazione ed all’utilizzo di materiali a volte nocivi per la salute.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018