10 ottobre 2009 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cultura

"Affamati di cultura"

Open Day 2009: biblioteche, musei e aziende enogastronomiche insieme per illustrare il rapporto tra cibo e arte

La cultura come cibo per la mente e il cibo come identità e benessere: sono questi i temi a cui sarà dedicata l'edizione dell'Open Day delle biblioteche e dei musei romagnoli, in agenda la prossima domenica.

Come ogni anno, ogni istituto culturale declinerà l’iniziativa in base alle proprie risorse e specificità: la Biblioteca Classense di Ravenna propone visite guidate partendo dal dipinto del Longhi nella sala dantesca per arrivare alle tavole imbandite con libri nel portico del secondo chiostro. Il Museo nazionale di Ravenna propone “Museo in tavola. Gli oggetti da mensa del Museo”. Gli archivi storici dei Comuni della Bassa Romagna esporranno documenti sulla Festa dell’Uva, istituita in epoca fascista, ed offriranno un’immagine della cultura del vino nella zona.

Ma, visto il tema, sono molte anche le aziende enogastronomiche che partecipano all'iniziativa: il ristorante “La madia” di Granarolo offre la degustazione de “L’antipasto culturale” a chi si presenterà con la card ritirata in biblioteca, in archivio o al museo il giorno dell’open day. Altre aziende ravennati offriranno sconti a chi si presenta con la card “Affamati di cultura” e 23 ditte (tra enoteche, forni, ristoranti e agriturismi) collaboreranno localmente con biblioteche e musei.

Per il programma completo: www.bibliotecheromagna.it/openday
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.