5 maggio 2017 - Ravenna, Cronaca

Scoperta a rovistare nei cassetti di un’anziana, arrestata 65enne

La donna aveva precedenti specifici

La Polizia di Stato ha arrestato una 65enne italiana per il reato di tentato furto aggravato in abitazione.

Ieri pomeriggio la Centrale Operativa della Questura ha inviato una Volante in via Timavo a Ravenna per la segnalazione di un furto. Immediatamente intervenuti, gli agenti sono entrati nell’abitazione del richiedente il quale, tenendola per mano, stava trattenendo una donna. L’uomo ha raccontato agli agenti che poco prima, la madre, sua convivente, aveva fatto entrare in casa una donna che prima di accedervi aveva cercato di capire dall’anziana se in casa fossero presenti altre persone. Insospettito da tale comportamento l’uomo è entrato nella stanza dove erano presenti la madre e la sconosciuta, sorprendendo quest’ultima a rovistare nei cassetti. La presunta ladra ha cercato di giustificarsi dicendo di essere una conoscente dell’anziana signora e che stava cercando una pomata per farle un massaggio al collo. Mentre la vittima richiedeva telefonicamente l’intervento della Polizia, l’estranea affermava di dover uscire fuori dall’abitazione poiché sofferente di cuore e in stato di gravidanza. Al diniego di tale richiesta, ha cercato di guadagnare l’uscita ma è stata trattenuta per mano dalla parte offesa fino all’arrivo della Polizia. La donna è stata accompagnata in Questura ed identificata una 65enne con numerosi precedenti penali e pregiudizi di polizia, molti dei quali per reati contro il patrimonio. Da marzo scorso la donna, a seguito di un’Ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna, è sottoposta alla misura alternativa della detenzione domiciliare presso la propria residenza, con permesso di lasciare l’abitazione ogni giorno dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, in relazione alle proprie indispensabili esigenze di vita. Al termine degli accertamenti la 65enne è stata arrestata per il reato di tentato furto aggravato in abitazione e, su disposizione dell’A.G., accompagnata in carcere in attesa dell’udienza.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019