10 maggio 2017 - Ravenna, Cronaca

Chiedono informazioni per l’affitto, poi le svaligiano la casa: caccia a due donne

A Faenza

L’episodio è avvenuto nei giorni scorsi a Castel Bolognese, quando una 77enne che abita nel centro della cittadina lungo la via Emilia, poco dopo le 17, ha sentito suonare il campanello da due donne che si sono spacciate per essere conoscenti di suo nipote. Con la scusa di dover chiedere alcune informazioni su un appartamento da affittare, facendo  credere alla 77enne di dover lasciare un biglietto per il nipote, le malviventi hanno chiesto di  poter entrare.

Purtroppo si trattava del solito tranello. Infatti, mentre una delle due si è intrattenuta in cucina con l’anziana, la seconda, facendo finta di telefonare, si è intrufolata nella camera da letto, dove ha rubato da un comò alcuni monili d'oro insieme ad alcune banconote e la tessera bancomat compreso il pin. In pochi minuti le due complici hanno salutato l’anziana e si sono poi dileguate.

La 77enne in un primo tempo non si era accorta di nulla, poi, dopo aver raccontato la vicenda ad un familiare, si è resa conto che in casa mancavano denaro e oro. Inoltre, in seguito, ha scoperto che purtroppo avevano utilizzato la sua carta bancomat per un prelievo abusivo di 600 euro da uno sportello automatico della zona.

Ricevuta la denuncia, i carabinieri della stazione di Castel Bolognese, con la collaborazione dei colleghi di Faenza hanno avviato le indagini, sperando che le telecamere della videosorveglianza presenti in città abbiano ripreso qualche particolare utile per risalire all’identità delle due ladre.

Il capitano Cristiano Marella, comandante della Compagnia Carabinieri di Faenza, mette ancora in guardia contro le truffe ed i raggiri:il consiglio più importante per i cittadini, soprattutto per quelli più anziani, è quello di non aprire mai la porta di casa a sconosciuti. Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa, poi non bisogna mai dare confidenza o comunicare informazioni personali. Se qualcuno si presenta al campanello e chiede di entrare anche per una semplice informazione, occorre usare il buon senso e la prudenza: perciò raccomando di non aprire agli sconosciuti e di telefonare subito al 112 per consentire ai carabinieri di arrivare sul posto ed effettuare le opportune verifiche”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.