18 maggio 2017 - Ravenna, Cronaca

Piazza Baracca, strade intasate e traffico “a imbuto”

Si confermano i problemi dell’area. E sul marciapiede sfrecciano bici e moto

Come era facile prevedere, con l’arrivo della bella stagione e dei turisti l’area intorno al parcheggio di piazza Baracca sta facendo emergere ancora di più le problematiche che già si intravedevano a conclusione dei lavori. Da più parti arrivano segnalazioni circa il difficile scorrimento del traffico in zona, le lunghe file di turisti davanti alle toilette pubbliche, il mancato rifacimento dei marciapiedi alla francese. Per quanto riguarda la toilette, se proprio deve rimanere, occorrerebbe almeno prevedere una pensilina per alleviare l’attesa sotto il solleone… Meglio sarebbe, come da più parti evidenziato, spostarla in Largo Giustiniano, in prossimità di luoghi turistici molto frequentati, come il complesso di San Vitale.

In particolare, nelle ultime foto inviateci si possono notare i bus in sosta su viale Baracca, sebbene sia vietata, e la strada bloccata a “imbuto” scendendo da via Fiume Abbandonato, anche a causa della nuova uscita del parcheggio.

Altra criticità segnalata dai lettori sono le bici e le moto provenienti da via Cavour o via Sabbionara che per andare in via Fiume Montone Abbandonato, non potendo tagliare dalla piazza - ora “recintata” dalle fioriere - sfrecciano sul marciapiede dove insiste anche il chiosco: mettendo a rischio la sicurezza dei pedoni (cosa facilmente verificabile dalle diverse telecamere presenti). Insomma, si è venuta a creare, in pieno centro storico, una “motociclopista” fai da te, con conseguenze che sono facili da immaginare. E va sottolineato che il marciapiede è spesso frequentato da bambini. Va ricordato inoltre che prima l’area ecologica era situata in un lato del parcheggio, in una posizione facilmente raggiungibile, ora è stata collocata parallelamente a via Baracca, sul lato strada vicino al perimetro della chiesa. Anche l’eventuale necessità di attraversare la strada per conferire rifiuti può aumentare i rischi. Nei giorni scorsi per cause in corso di accertamento da parte della Polizia Municipale, un anziano, che verosimilmente stava gettando la spazzatura, è stato investito.

Ritornando ad un discorso più generale, con l’inizio della stagione turistica si manifesta più forte la sensazione di un’operazione incompleta. Il parcheggio in sé, infatti, si può ritenere un’opera ben concepita dall’Amministrazione comunale. Ma è un’isola felice, attorno c’è il caos: dunque le condizioni dell’area che lo circonda sono sicuramente da rivalutare e ripensare, soprattutto perché rappresenta un punto nevralgico della città.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017