7 luglio 2017 - Ravenna, Arte

Viaggio tra i monumenti Unesco di Ravenna: il Battistero degli Ariani

Fu fatto costruire da Teodorico

Una testimonianza del culto ufficiale della corte

 

Dopo i primi tre inviti a visitare la Basilica di San Vitale,  il Mausoleo di Galla Placidia e il Battistero Neoniano, ecco il quarto invito a visitare il Battistero degli Ariani, monumento patrimonio dell'Umanità Unesco.
Alla fine del V secolo, epoca in cui Teodorico aveva rafforzato il suo controllo e l'arianesimo era religione ufficiale della corte, nella piccola piazza dove si trova la Chiesa dello Spirito Santo (un tempo cattedrale degli Ariani) fu costruito il Battistero degli Ariani

La splendida costruzione, interrata per circa 2,3 metri, ha forma ottagonale e sfoggia quattro piccole absidi all'esterno. Al suo interno non sono più visibili stucchi e ornamenti che certamente rivestivano le pareti in origine. La sola parte decorata è la cupola rivestita di mosaici raffiguranti il corteo dei dodici apostoli e, nel clipeo centrale, il battesimo di Cristo immerso nell'acqua fino ai fianchi.

Il mosaico della cupola del Battistero degli Ariani testimonia il culto della corte di Teoderico, fondato sulla figura di Cristo sia divina che terrena, anche se conserva la stessa impronta iconografica del Battistero Neoniano a cui certamente si ispira.

Nel Battistero degli Ortodossi i dodici apostoli acclamano il Cristo del clipeo centrale come figlio di Dio. Nel Battistero degli Ariani invece i dodici apostoli rendono omaggio al grande trono gemmato sormontato dalla croce, dai cui bracci pende un drappo purpureo, espressione della fisicità del Cristo e della sua grande sofferenza.

Il Battistero degli Ariani è' visitabile dalle ore 8,30 alle ore 16,30. (Agnese Amadori)

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017