20 luglio 2017 - Ravenna, Cronaca, Ravenna Festival

Ravenna Festival, il concerto ‘Le Vie dell’Amicizia’ in onda su Rai 1

Si è tenuto al Pala de André

Venerdì 21 luglio, alle ore 23.35, RAI 1 trasmetterà in esclusiva il concerto definito da Riccardo Muti  “fra i più importanti appuntamenti di sempre de ‘Le Vie dell’Amicizia’”: in occasione del ventennale del progetto curato da Ravenna Festival, oltre 200 artisti italiani e iraniani sono stati diretti da Muti nella lingua universale di Giuseppe Verdi, unendo idealmente Ravenna e Teheran, due città dalla storia millenaria, l’una piccolo gioiello tempestato di mosaici e l’altra metropoli abbracciata da montagne desertiche. Con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, musicisti delle principali Fondazioni Lirico Sinfoniche e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza, accanto all’Orchestra Sinfonica e il Coro di Tehran, il concerto applaudito nella capitale iraniana il 6 luglio è stato riproposto a Ravenna l’8 luglio, presso Palazzo Mauro De André rinnovando l’unione fra i due Paesi, là dove l’amore per la musica prevale su qualsiasi differenza.
 
Si è rinnovata anche per quest’edizione de “Le Vie dell’Amicizia”, il progetto che accompagna il Festival dallo storico concerto a Sarajevo del 1997, la collaborazione con la RAI, ancora una volta testimone d’eccezione di questi viaggi in luoghi simbolo della storia antica e contemporanea: il concerto tenutosi al Palazzo De André sarà trasmesso integralmente in seconda serata su Rai 1, arricchito da riprese del concerto di Teheran. Il programma, interamente dedicato a Giuseppe Verdi, comprende arie, sinfonie e cori tratte dalle opere del compositore italiano, solisti il tenore Piero Pretti, il baritono Luca Salsi e il basso Riccardo Zanellato.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.