20 luglio 2017 - Ravenna, Cultura

Truffe, falsi militanti del Pd chiedono elargizioni di denaro porta a porta

La segnalazione dei segretari

In questi giorni nella zona delle Ville Unite, per la precisione a Carraie, sono state segnalate persone che chiedono soldi porta a porta per sovvenzionare il Partito Democratico. Un episodio che si era verificato già qualche anno fa: alcuni individui non identificati suonano ai campanelli delle case per ottenere denaro, riferendo che si tratta di una campagna di autofinanziamento del Partito Democratico. A spiegarlo è l’Unione comunale del Partito Democratico.

 "L'unica attività di autofinanziamento che svolgiamo in queste settimane - spiega Silvia Quattrini, segretario del Circolo Pd delle Ville Unite - è il tesseramento al partito per il 2017. Non c'è altro in corso. Quindi, se si dovessero presentare ancora persone che chiedono elargizioni a favore del Pd, è opportuno segnalarle ai Carabinieri e alla segreteria del nostro Circolo. Si tratta, infatti, di falsi militanti, che non hanno alcuna autorizzazione da parte del Circolo o della Federazione provinciale".

Anche il segretario dell'Unione comunale, Alessandro Barattoni, ha deprecato l'episodio: "Siamo di fronte a raggiri, a truffe vere e proprie, da condannare e denunciare al di là dell'entità della somma che viene richiesta. Sono episodi gravi che danneggiano anche la nostra immagine e il simbolo di un partito fatto di impegno e volontariato. Non abbiamo mai organizzato raccolte di fondi porta a porta e mai lo faremo. Le modalità attraverso le quali finanziamo le attività sono trasparenti e conosciute.”

 

 

Tag: truffa

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.