25 agosto 2017 - Ravenna, Cronaca

Scontri polizia-migranti, “Che Roma prenda esempio da Ravenna”

Il commento di Charles Tchameni Tchienga ai fatti di ieri

“É inaccettabile, improduttivo e inappropriato vivere in Italia una simile scena di guerriglia”. Esordisce così Charles Tchameni Tchienga, Presidente dell'associazione Il Terzo Mondo Onlus, in una nota stampa in cui commenta lo sgombero dei migranti da parte della Polizia in piazza Indipendenza, a Roma.

 “Le parole del funzionario di polizia ‘Devono sparire, se tirano qualcosa spaccategli un braccio’ – spiega Tchienga - non rappresentano minimamente la nostra polizia a cui vogliamo bene, stanno anni luce dalla mentalità della polizia che abbiamo.

 

A Ravenna, nonostante la diversità culturale che fa parte del nostro tessuto sociale, la Polizia, le forze di sicurezza, l'amministrazione comunale ed altre istituzioni, nello svolgimento delle loro menzioni riescono a dimostrare professionalità anche lavorando con determinazione. Per la gestione dei migranti in particolare dei profughi, che Roma prenda esempio da Ravenna.

 

In questo momento dove l'Europa sta già vivendo una situazione di tensione dovuta ad un modello di integrazione discutibile, io credo che siano le frasi indegne da un funzionario di polizia che questa scena orribile, l'Italia se la poteva risparmiare.

Oltretutto c'è da ricordare che in Italia i migranti regolari lavorando contribuiscono 11% del pil, perciò non costituiscono una zavorra che pesa inutilmente sulla vita economica e sociale di nessuno”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.