4 settembre 2017 - Ravenna, Cronaca

Vaccinazioni ed esclusione dai servizi, "applicheremo la legge"

L'assessora Ouidad Bakkali risponde ad Ancisi (Lista per Ravenna)

L’assessora all’istruzione e infanzia, Ouidad Bakkali risponde al question time di Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna, sul tema vaccini. Il consigliere comunale aveva chiesto al Comune di correggersi, laddove si parlava di espulsione e non di sospensione dal servizio per i bambini non vaccinati o in mancanza di documentazione. "Alla pari di tutte le altre istituzioni educative, anche i nostri servizi seguono e aggiornano le informazioni alle famiglie man mano che escono le indicazioni e le circolari operative del ministero", spiega l'assessore in una nota stampa.

"L'amministrazione comunale di Ravenna applicherà la legge e cercherà di guidare le famiglie affinché questa fase di prima applicazione della norma risulti il meno caotica e confusa possibile.

Il primo intento del legislatore, che sposiamo in pieno, è quello di alzare i livelli di copertura vaccinale nel nostro paese e non certo di dimettere i bambini e le loro famiglie dai servizi.

L'esclusione dai servizi 0-6 anni è una conseguenza all'inosservanza della normativa e procederemo nei termini e osservando le scadenze che ci impone la legge e le conseguenti indicazioni operative.

La circolare di venerdì 1 settembre introduce alcuni elementi di novità è molto importanti per le famiglie.

Le famiglie con figli che frequentano servizi educativi per l’infanzia o scuole dell’infanzia (incluse quelle private non paritarie) dovranno presentare la documentazione richiesta entro l’11 settembre 2017, poiché il termine indicato dal decreto-legge (10 settembre 2017) è un giorno festivo.

La presentazione della documentazione è requisito di accesso, dunque, già per l’anno scolastico 2017/2018, a decorrere dal 12 settembre 2017, non potranno accedere ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia i minori i cui genitori/tutori/affidatari non abbiano presentato tale documentazione entro i termini.

La circolare armonizza le scadenze con i calendari scolastici: nelle scuole dove le lezioni partiranno dopo l’11 settembre, l’accesso sarà garantito ai minori i cui genitori/tutori/affidatari abbiano presentato la documentazione entro la data di avvio delle lezioni stesse.

In caso di autocertificazione, è confermato che la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni dovrà comunque essere prodotta entro il 10 marzo 2018.

Sempre in caso di autocertificazione il minore avrà accesso ai servizi, ma entro il 10 marzo 2018 dovrà pervenire alla scuola un’idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie. In caso contrario il minore non potrà più accedere ai servizi.

La circolare precisa, comunque, che, se il genitore/tutore/affidatario non ha presentato la documentazione richiesta entro l’11 settembre 2017 o, nel caso di dichiarazione sostitutiva della documentazione, entro il 10 marzo 2018, il minore non in regola con gli adempimenti vaccinali ed escluso dall’accesso ai servizi rimarrà iscritto ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia e sarà nuovamente ammesso ai servizi, successivamente alla presentazione della documentazione richiesta. In ogni caso, la mancata presentazione della documentazione nei termini sarà segnalata, entro i successivi 10 giorni, alla AUSL territorialmente competente che avvierà la procedura prevista per il recupero dell’inadempimento.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.