8 settembre 2017 - Ravenna, Cronaca

Paga ma la stufa non arriva: sacerdote truffato online

Serviva per la parrocchia. Denunciato un uomo

La Polizia di Stato  ha identificato ed indagato in stato di libertà un 35 enne, residente a Pescara, ritenuto responsabile di truffa aggravata, sostituzione di persona, uso di atto falso e falsità materiale commessa dal privato, spiega la Questura in una nota stampa.

 

Al termine di un’articolata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Ravenna, personale della Squadra Mobile si è interessato al pescarese che aveva  inserito in portale di acquisti e vendite on line, l’inserzione per la vendita di una stufa a pellet del valore di 1.000 euro.

 

Per l’acquisto era stato contattato da un sacerdote del ravennate che necessitava della stufa per la propria parrocchia; dopo una breve trattativa ed averne carpito la fiducia, si era accordato per la vendita.

 

A seguito dell’accordo il segretario del sacerdote  aveva effettuato un bonifico su un conto corrente associato ad una carta di credito prepagata, ma da quel momento non era più riuscito a contattare il venditore e non aveva mai ricevuto la merce ordinata.

 

Presentata la denuncia in Questura gli agenti della Squadra Mobile, incrociando e verificando i dati forniti dalla parte offesa, sono riusciti ad identificare il responsabile residente nella provincia di Pescara.

 

L’uomo è un pluripregiudicato e lo si può considerare, rileva la Polizia, un truffatore seriale che opera in internet.

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017