12 settembre 2017 - Ravenna, Cronaca

"Sono un cuoco, mi serve una stanza a Ravenna", e la usa come deposito per la droga

Arrestato 22enne: fregato dal forte odore

La Polizia di Stato ha arrestato nella notte un 22enne cittadino albanese incensurato, residente a Ravenna, per detenzione ai fini di spaccio di tre chili di marijuana che nascondeva nella stanza di una abitazione diversa dalla propria residenza.

Tutto ha inizio quando gli agenti delle volanti intervengono in via Agro Pontino su segnalazione di un residente che lamentava di essere stato derubato da una conoscente. Quest’ultima, dopo essere stata in sua compagnia, ha aspettato che l’uomo si assopisse per rubargli portafoglio ed oggetti di valore custoditi nella cassaforte.

Nel denunciare i fatti ha accompagnato i poliziotti nei vari ambienti della casa ad eccezione di una stanza da lui subaffittata ad un certo Filippo, un bravo ragazzo che aveva lasciato in emeroteca un annuncio poche settimane prima.

Quest'ultimo sosteneva di non essere di Ravenna e svolgendo la professione di cuoco in diversi ristoranti della città aveva necessità di un appoggio sul posto.

Ma dalla stanza proveniva un fortissimo odore di marijuana: gli agenti si sono così appostati e hanno atteso il ritorno di Filippo.

Dopo qualche minuto il giovane si presentato. Inutili sono stati i tentativi di Filippo, rivelatosi nome di fantasia, di sostenere che i pochi grammi di marijuana che aveva in tasca erano gli unici all’interno della stanza. Dalla perquisizione in diversi luoghi ed all’interno di una valigia ne sono stati sequestrati tre chilogrammi oltre al materiale per il confezionamento, bilancine elettroniche di precisione ed una pistola scacciacani.

Dichiarato in arresto il 22enne, che in realtà non svolge alcuna attività lavorativa ed è residente con i genitori pensionati in via T. Gulli, aveva organizzato la detenzione del cospicuo quantitativo di droga per lo spaccio in un luogo sicuro da eventuali perquisizioni domiciliari da parte delle forze dell’ordine.

E’ stato ristretto in carcere a disposizione della Autorità Giudiziaria.

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.