15 settembre 2017 - Ravenna, Cronaca

Il liceo scientifico "Oriani" si trasforma in una redazione

Trentacinque ragazzi di quarta e quinta hanno aderito al progetto di scuola-giornalismo curato da Matteo Cavezzali (Scrittura Festival)

Inizia la scuola e il liceo scientifico Alfredo Oriani di Ravenna diventa una redazione. Trentacinque ragazzi di quarta e quinta infatti hanno aderito al progetto di scuola-lavoro Giornalismo 2.0 curato dal tutor esterno Matteo Cavezzali, giornalista che collabora con Repubblica, e dalla insegnante Paola Galassi.

I ragazzi hanno dato vita al giornale Silenzio Stampa.Ra ( che è possibile leggere a questo link www.silenziostampara.wordpress.com ) in cui pubblicano quotidianamente articoli e interviste di cronaca, cultura, sport e attualità. Nei primi due giorni il sito ha già avuto oltre 1500 lettori. Tra gli articoli più apprezzati un’indagine sulla steet art in città, l’intervista al giovane ravennate diventato giocatore del Manchester, ma anche articoli sull’obbligo dei vaccini a scuola, sui viaggi di studio all’estero e su come scegliere l’università. Martedì 26 settembre alle 12 i ragazzi intervisteranno il sindaco di Ravenna Michele de Pascale nell’aula magna del liceo in un incontro aperto ai loro compagni di istituto.

La giovane redazione è composta da: Antonicelli Silvia, Binni Francesco, Casadio Eleonora, Castellani Luca, Cicognani Francesca, Cortesi Agnese, Fagnocchi Martina, Ghiberti Elisabetta, Giordano Isabella, Lazzari Ester, Manuel Vivona, Mehemeti Alba, Mercuriali Lorenzo, Mezzopera Eleonora, Ortali Giulia, Pasini Matteo, Piemontese Andrea, Pozzetto Andrea, Ricci Raffaele, Rondoni Filippo, Santoro Martina, Schillaci Gianmarco, Sifonetti Antonio, Spada Matilde, Spignoli Nicola, Strada Mattia, Tirelli Stella, Ullo Michela, Vitali Francesco, Zenzani Lucia.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.