7 ottobre 2017 - Ravenna, Cronaca

Tenta di intrufolarsi in una villetta, ma un carabiniere in pensione manda all’aria il piano

La ragazza arrestata era con una complice

I Carabinieri della Stazione di Alfonsine hanno tratto in arrestato in flagranza di reato un ragazza verosimilmente appartenente ad una banda dedita a furti, provvidenziale l’intervento di un Carabiniere in pensione.

Nel primo pomeriggio di giovedì, due ragazze si aggiravano in una zona residenziale appena a ridosso del centro di Alfonsine. Il loro atteggiamento ha insospettito un carabiniere in pensione che ha iniziato ad osservarle dalla finestra della propria abitazione sino a quando le ha viste intrufolarsi, approfittando dell’assenza dei proprietari, all’interno di una villetta scavalcando il cancello di ingresso. Intuendone gli intenti, l’ex militare immediatamente ha contattato i colleghi della locale Stazione che si sono precipitati subito sul posto e hanno sorpreso una di loro in procinto di arrampicarsi sul balcone del primo piano. Immediatamente bloccata è stata trovata in possesso di due cacciaviti con punta, appositamente limata, da utilizzare per scardinare le persiane. L’altra, che fungeva da palo, è riuscita a darsi alla fuga, ma gli elementi raccolti dagli investigatori consentiranno di individuarla a breve.

La ragazza fermata, una giovane rom senza fissa, è stata tratta in arresto e messa a disposizione del P.M..

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.