12 ottobre 2017 - Ravenna, Cronaca

Colmar, Moncler, K-Way, Louis Vuitton e Chanel: sequestrata merce contraffatta

Denunciato un uomo di 46 anni

In un’operazione congiunta contro la contraffazione dei marchi e l’abusivismo commerciale, Guardia di finanza e Polizia municipale di Ravenna hanno fermato un’autovettura condotta da un cittadino di nazionalità senegalese di 46 anni, da tempo residente a Ravenna, già noto alle forze dell’ordine per precedenti in materia di vendita di prodotti contraffatti.

L’uomo durante il controllo ha mostrato segni di nervosismo e gli agenti, insospettiti, hanno chiesto di aprire il bagagliaio dell’auto, dove hanno trovato diversi capi di abbigliamento e borse con falsi marchi di note case di moda. Gli accertamenti di Guardia di finanza e Polizia municipale sono stati successivamente estesi alla sua abitazione, dove sono stati trovati molti altri capi di abbigliamento e accessori contraffatti. In totale sono stati rinvenuti 60 articoli falsi, tra cui piumini Colmar, Moncler, K-Way e portafogli e borse Louis Vuitton e Chanel che sono stati immediatamente sequestrati, evitando che finissero nel circuito commerciale illegale.

L’uomo, che risulta regolare sul territorio nazionale, è stato denunciato all’autorità giudiziaria a cui dovrà rispondere dei reati di ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con marchi falsi. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.