24 novembre 2017 - Ravenna, Cronaca

Anche a Ravenna demenza senile in aumento, la Municipale si forma sul problema

Il corso dal titolo "Stiamo vigili"

Si è svolto ieri mattina, presso la Sala Conferenze CMP, in via Fiume Abbandonato 134, a Ravenna, un corso di formazione rivolto agli operatori di Polizia municipale  denominato "Stiamo vigili", che ha affrontato i temi del deterioramento cognitivo e delle demenze nelle persone anziane ed, in particolare, gli aspetti legati all’approccio relazionale degli operatori nei confronti di tale tipologia di pazienti.

Il corso è stato progettato pensando al ruolo strategico degli operatori di Polizia Municipale, che, lavorando quotidianamente sul territorio, possono entrare in contatto con persone affette da demenza che a causa della  perdita di orientamento e di altre capacità cognitive, si sono perse e si trovano a vagare senza una meta precisa, anche in un possibile stato confusionale e di forte agitazione emotiva, o i cui comportamenti possono venire interpretati come una minaccia per altre persone.

Il corso  si inserisce all'interno di un progetto di collaborazione tra Amministrazione Comunale (Assessorato ai Servizi Sociali), Az. Usl della Romagna, Associazione Alzheimer Ravenna; ha aperto il lavori l’Assessora ai Servizi Sociali Valentina Morigi,  che ha accolto i numerosi partecipanti, spiegando loro quali fossero gli obiettivi prefissati. Nel corso della mattinata è intervenuto anche il Comandante della Polizia Municipale di Ravenna, Andrea Giacomini, per salutare i presenti e rimarcare l'importanza dell'iniziativa.

“Secondo  gli ultimi dati pubblicati, - ha dichiarato l’Assessora Valentina Morigi -  In Emilia Romagna si registrano circa 70.000 casi di demenza ed il trend, legato all’invecchiamento progressivo della popolazione anziana, è destinato a crescere. Nella Provincia di Ravenna, sono 11.400 i casi di demenza diagnosticati. Data l’incidenza in aumento di tali patologie sulla popolazione anziana, diventa sempre più importante agire sulla comunità locale in modo da creare reti e relazioni positive in grado di accogliere, supportare ed orientare gli utenti dei servizi e delle loro famiglie e proprio in tale contesto si inserisce appieno il ruolo degli operatori di Polizia Municipale, quale “antenna” sul territorio in grado di indirizzare gli utenti e  le loro famiglie ai percorsi sociali e sanitari più appropriati.”

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017