24 novembre 2017 - Ravenna, Cervia, Faenza, Cronaca

25 novembre, tanti eventi nel ravennate per dire 'no' alla violenza sulle donne

Incontri, iniziative e spettacoli in tutta la provincia

In occasione della giornata internazionale dedicata alla eliminazione della violenza alle donne, che si celebra il 25 novembre, tutto il ravennate propone tantissimi appuntamenti fra arte, cinema, teatro, musica e libri, per promuovere la cultura del rispetto e dei diritti delle donne contro ogni forma di discriminazione e di sopraffazione. Eccone alcuni:

Ravenna

A Ravenna torna per il terzo anno consecutivo "Una società per relazioni" , la rassegna promossa dall’assessorato alle Politiche e cultura di genere del Comune, in collaborazione con associazioni, cooperative sociali e istituzioni locali in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne fissata per il 25 novembre. In programma tanti appuntamenti, in città e nel forese. 

Venerdì 24 novembre, dalle 15 alle 18.30, nella sala del centro sociale Bosco Baronio in via Meucci 23 nell’ambito del progetto “Diritto, giustizia, riparazione” si terrà il convegno “Genere e disabilità - Le differenti forme della violenza”. Dopo i saluti dell’assessora Ouidad Bakkali, interverranno Rita Bencivenga, Legs - Laboratoire d'etudes de genre et de sexualitè UMR 8238 (CNRS - Paris 8 - Paris OUEST); Maria Giulia Bernardini, assegnista di ricerca in filosofia del diritto, Università di Ferrara; Rosalba Taddeini, psicologa specializzata in criminologia e socia di Differenza Donna. Modererà l'architetta Piera Nobili. L’evento è a cura di Casa delle donne Ravenna e associazione Fidapa.

Sempre venerdì 24 novembre, alle 21.30 al Mama's club in via San Mama 75 si svolgerà “Narrare il Jazz, le donne, la voce delle emozioni” con Rossella Giannini al piano, Catia Gori vocalist, Gianluigi Tartaull per le letture; collaborazioni artistiche di Mariella Busi De Logu e Marcello Landi.

Anche quest'anno l’associazione Linea Rosa mette in campo idee e risorse per organizzare eventi atti a stimolare e mantenere alta l'attenzione su questo argomento. Nelle Cantine Rava in via di Roma 117, fino al 29 novembre sarà possibile visitare “Un Ponte per non cadere”, un percorso esperenziale aperto alla cittadinanza , con la collaborazione di Andrea Bernabini e del liceo artistico “P.L. Nervi”. L’esposizione sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. L’ingresso è gratuito. Nella stessa location sarà allestita la mostra di Sagome stilizzate di donna, ideate lo scorso anno nell’ambito del progetto Ghost Women, quest’anno arricchite e decorate da artisti e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna. L'evento è inserito in un più ampio progetto realizzato insieme a Casa delle Donne, Donne in nero, Femminile maschile plurale e Udi, dal titolo “Diritto giustizia riparazione” incluso nella rassegna "Una società per relazioni" realizzato con il patrocinio del Comune di Ravenna e con il contributo di varie associazioni del territorio.

Sabato 25 novembre torna la performance itinerante “Parole in transito” alle 9 nell’ Istituto tecnico industriale; alle 11 nell’Istituto professionale Olivetti-Callegari, a cura di associazione Asja Lacis - Lions club Ravenna Dante Alighieri e associazione 8 Marzo Donne di Porto Fuori. Alle 17, nel palazzo Rasponi 2, in via D’Azeglio 2, “Dinamiche di potere fra i generi e diritti assertivi”, aperitivo e spettacolo “Le dee dentro la Donna” a cura del Teatro del Libero Labirinto; a seguire presentazione dei corsi “Io mi sento” per la prevenzione al maltrattamento psicologico, a cura di Psicologia Urbana e creativa.

Tra le iniziative in programma a Ravenna sabato 25 novembre c'è anche una lezione gratuita di difesa personale a cura del master formatore S.I.K.M. (Scuola Italiana Krav Maga) Antonio Cortesi. L’appuntamento è alle 15.30 presso a sala Bosco Baronio “Gli Orti”, in via Meucci. La lezione è rivolta a tutte le donne che hanno compiuto 16 anni. Per maggiori informazioni è possibile contattare i numeri 0544 67222 o 0544 404188.

Giovedì 30 novembre, nella facoltà di Giurisprudenza, in via Oberdan, dalle 9 alle 12.30, per il progetto “Diritto, giustizia, riparazione” si terrà il convegno “Violenze di genere. Da vittime a soggetti di storia e giustizia”. Seguirà la presentazione del libro “Stupri di guerra e violenza di genere” con Simona La Rocca, curatrice del testo, ricercatrice e docente presso l'Università La Sapienza di Roma, Laura Orlandini, ricercatrice storica ravennate e letture sul tema di Carla Baroncelli; dalle 15 alle 18 presentazione del documentario e del libro omonimo “Il tribunale delle donne nei paesi della ex Jugoslavia”, un approccio femminista alla giustizia, con Melita Richter, sociologa, saggista di origine croata che ha partecipato attivamente all'esperienza del Tribunale delle donne. Conduce Silvia Vida, docente di Filosofia del diritto, Scuola di giurisprudenza, sede di Ravenna. A cura di Casa delle donne, Udi, Donne in Nero.

Sabato 2 dicembre, alle 10, nel centro Cisim in viale Parini 48 a Lido Adriano, per il progetto “Stereotipi, Giudizi… l'identità?”, proiezione su schermo e lettura di alcune fiabe dal libro “Fiabe in rosso” di Lorenzo Naia, illustrato da Roberta Rossetti; a seguire laboratorio “Crea il tuo finale” a partire dalle letture e con l’utilizzo di materiale di recupero, per le mamme e i bambini presenti.

Sempre sabato 2 dicembre, nell’Istituto Callegari,“Il vero dei proverbi”, mattinata con incontro conclusivo del laboratorio teatrale condotto dall'attore Paolo Montevecchi con gli studenti della classe 4E, a cura di associazione CNAI Ravenna e Servizio Muoviti- Cooperativa sociale Libra mentre all’Almagià, alle 21, si terrà lo spettacolo teatrale “Amara_mente”, testo originale a cura di associazione Quelli della Recita, musiche di Alessandra La Rosa, regia di Alessandra Cogoli e Simone Pentucci.

Domenica 3 dicembre alle 17.30 proiezione del film di animazione “Persepolis” di Marjane Satrapi, a seguire incontro con l’assessora Ouidad Bakkali, l’artista iraniana Safa Solati e la psicologa Marisa Biondi. A conclusione dell'incontro verrà offerto un buffet. A cura di Cooperativa sociale Libra e Cisim.

Martedì 5 dicembre alle 20.45 nella biblioteca di Piangipane in piazza XXII giugno 1944, “Esploriamo i rapporti familiari ovvero dinamiche di potere fra i generi”, laboratorio di lettura rivolto a donne, a cura di Teodorica Angelozzi e Giancarla Tisselli di associazione Psicologia Urbana e Creativa. Per iscrizioni: teodorica.angelozzi@gmail.com

Mercoledì 6 dicembre alle 21 al teatro Rasi, in via Di Roma 39, andrà in scena lo spettacolo teatrale "IO NO il potere della scelta”, a cura della Bolero Danzarte. 

Cervia

Venerdì 24 novembre al cinema Sala Sarti in piazza XX Settembre alle 21 è in programma la proiezione del film “Il diritto di contare” di Theodore Melfi. L'iniziativa, a ingresso gratuito, è a cura del servizio SeiDonna del Comune di Cervia. Sabato 25 novembre alle 20.30 presso il Teatro Comunale andrà in scena lo spettacolo “Vince chi don(n)a” giocando si cambia dentro. Reading teatrale due partite accompagnato dal trio canoro Cherry notes. L’iniziativa è organizzata dall’associazione Linea Rosa. Fra gli appuntamenti l’ 1 dicembre verrà presentato alla biblioteca Goia “Le vie delle donne. Toponomastica al femminile a Cervia”, libro che l’amministrazione ha dedicato alle donne legate al territorio. Il 6 dicembre è in programma la presentazione del libro di Francesco Stoppa “La costola perduta. Le risorse del femminile e la costruzione dell’umano” in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche e Cultura di Genere del Comune di Ravenna e con l’associazione Linea Rosa.

Faenza

Sabato 25 novembre l’associazione Sos Donna insieme ai rappresentanti della Polizia di Stato di Faenza, sarà in piazza con un banchetto informativo in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. L’appuntamento è a fianco della fontana in piazza della Libertà dalle ore 9:00 alle 12:00. Martedì 28 novembre sarà la volta del cine-aperitivo in collaborazione con il Comune di Faenza. Alle ore 20.30 presso il cinema Sarti (Via Scaletta 10) le volontarie di Sos Donna offriranno un aperitivo a tutte e tutti gli intervenuti. Alle ore 21 verrà proiettato in sala “La ragazza del mondo”, un film del 2016, diretto da Marco Danieli, con Sara Serraiocco e Michele Riondino.

AiCC e Buongiorno Ceramica! lanciano il progetto “Scarpette rosse in ceramica” da una proposta della Città di Oristano ed un progetto del suo Assessore Pupa Tarantini, per dire no alla violenza sulle donne. Come noto la scarpa rossa identifica, da alcuni anni, la campagna di lotta contro la violenza sulla donna ed il femminicidio, che si concretizza, ogni anno, nella giornata internazionale del 25 novembre, anniversario dell'uccisione, nel 1960, delle tre sorelle Mirabel da parte dell'allora regime dittatoriale della Repubblica Domenicana. A Faenza, saranno (per ora) quattro le scarpette rosse in ceramica, realizzate da Carla Lega, Fos Ceramiche, Ifigenia Papadopulu e Antonella Amaretti: sabato 25 novembre e i giorni successivi, saranno esposte nella vetrina della Pro Loco Faenza (Voltone della Molinella); è previsto inoltre un momento di presentazione e di riflessione sul significato di questo progetto, sabato 25 novembre alle ore 17.45, sempre alla Pro Loco, con Massimo Isola e Simona Martini di Sos Donna Faenza.

Venerdì 24 novembre alle ore 19.30 il Comune di Casola Valsenio organizza un aperitivo contro la violenza, presso la Pizzeria Incontro in via Roma 64. Un aperitivo per dire no alla violenza sulle donne organizzato dalla pizzeria Incontro con il patrocinio del Comune di Casola Valsenio e la partecipazione dei "Creativi sopra la media" e dell'Associazione Sos Donna di Faenza. Una parte del ricavato verrà devoluto all'Associazione.

Il Comune di Riolo Terme sabato 25 novembre organizza alle 17.30 un corteo silenzioso per ricordare le vittime della violenza, che partirà dal Municipio di Riolo Terme (via Aldo Moro 2) e arriverà in Piazza Mazzanti.

Castel Bolognese

Anche l’assessorato alle Pari opportunità e l’assessorato alla Cultura del Comune di Castel Bolognese, in collaborazione con il Cinema Moderno, celebrano la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. La Biblioteca comunale Luigi Dal Pane propone fino al 16 dicembre 2017 il percorso bibliografico “Amare senza farsi male”, una trentina di documenti - racconti e testimonianze, romanzi, saggi, film in dvd e un cd musicale - per riflettere sulle cause dei pregiudizi e delle violenze, anche coniugali, contro le donne; per leggere, guardare e ascoltare storie di violenze subite da donne della porta accanto e di altri paesi, senza trascurare la violenza tramite i social media; per conoscere e affrontare le difficoltà di uomini che maltrattano e di donne che subiscono. Domenica 26 novembre, alle 21, al Cinema Moderno di Castel Bolognese, sarà proiettato il film di Ivano De Matteo “La bella gente”, opera del 2009, uscita nelle sale nel 2015 dopo molti riconoscimenti a livello internazionale. Il film sarà preceduto dal saluto e dall’introduzione dell’assessore alla pari opportunità Licia Tabanelli e di Sos Donna Centro antiviolenza di Faenza. Le iniziative proseguiranno sabato 2 dicembre alle 20.30 presso la chiesa di Santa Maria della Misericordia con il galà di Danza “La Giovane Danza e la conquista dei diritti delle donne”. Sabato 16 dicembre alle 9.30 presso il Chiostro della Residenza comunale sarà inaugurata la targa dedicata alle donne castellane protagoniste della rivolta dell’agosto 1917. Alle 10.15 presso il Teatrino del vecchio mercato è in programma “Le lotte delle donne nella Grande Guerra”, con gli interventi di Gian Luigi Melandri e Andrea Soglia e la partecipazione delle classi terze della Scuola secondaria I grado di Castel Bolognese. Venerdì 22 dicembre alle 21 presso il Teatrino del vecchio mercato è in programma l’iniziativa “Abbiamo combattuto e cantato”, con il coro delle mondine di Novi di Modena.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Global Ports Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2017