13 dicembre 2017 - Ravenna, Cronaca

Inferno, a Ermanna Montanari il Premio della Critica dell'Anct

La consegna ieri nella Sala Squarzina del Teatro di Roma

L'Associazione Nazionale dei Critici di Teatro (ANCT) ha riconosciuto a Ermanna Montanari il Premio della Critica 2017 come miglior attrice per INFERNO Chiamata pubblica per la "Divina Commedia" di Dante Alighieri -ideazione e regia condivise con Marco Martinelli, produzione Ravenna Festival in coproduzione con Teatro delle Albe/Ravenna Teatro- con la seguente motivazione:

"Lei è Francesca di Ezra Pound nel girone dei lussuriosi, ragazzi di oggi trascinati dal troppo amare e troppo soffrire, in equilibrio sulle inquietudini del tempo presente. Lei è il racconto rabbioso del Conte Ugolino, è voce strozzata dal gelo, è sacerdotessa e guida, con lo stesso Martinelli, in questo Inferno dantesco realizzato con la complicità dei cittadini di Ravenna. Ermanna di bianco vestita ti accompagna, dolce ma risoluta, in questo viaggio che si realizza canto dopo canto, girone dopo girone nel teatro Rasi rivoluzionato e nello spazio del “qui ed ora” proiettato nell’eterno. Lei è voce e corpo di un fare teatro che è fare anima, è vestale di un rito che vuole, pretende la partecipazione di un coro. Lei è Virgilio alla testa di una processione laica che invece del rosario scandisce le terzine dantesche. In tutto questo, per tutto questo l’Associazione Nazionale Critici di Teatro ha deciso di premiare Ermanna Montanari come migliore attrice, laddove il termine di ‘attrice’ è destinato ad esplodere nel suo valore semantico. Ermanna è attrice di poesia, è attrice di pensiero e intelligenza, è mezzo e tramite di un’idea altra del teatro che trasforma e cambia, è pungolo alla comunità, è collante di entusiasmo per rinsaldare l’appartenenza a un mondo, a un comune sentire, a una cultura che regala scenari e senso. È il canto che si scioglie al nostro bisogno di verità e di senso da dare ai nostri tempi inquieti, recuperando le parole del massimo poeta italiano".

I Premi ANCT 2017 -a cura dell'ANCT, presieduta da Giulio Baffi- sono stati consegnati il 12 dicembre nella Sala Squarzina del Teatro di Roma insieme al Premio Hystrio-Anct 2017 e il Premio "Catarsi-Teatri della Diversità 2017".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.