1 gennaio 2018 - Ravenna, Cultura

Riccardo Muti sul podio a Vienna per il Concerto di Capodanno

La mattina del 1°gennaio, replica su Rai5 alle 21.15
Un grande direttore d'orchestra italiano protagonista del Concerto di Capodanno da Vienna. Il concerto diretto da Riccardo Muti è stato trasmesso da Rai Cultura lunedì 1° gennaio alle 13.50 su Rai2, con replica alle 21.15 su Rai5. Il Maestro Muti sale sul podio dei Wiener Philharmoniker nella celebre sala dorata del Musikverein di Vienna per più celebre concerto del mondo, spiega la Rai in una nota: quello che dal 1939 porta gli auguri di buon anno. In programma la consueta scelta di valzer, galop, marce e polke degli Strauss, tra i quali spiccano quest'anno l'Ouverture dall'operetta “Boccaccio” dell'austriaco Franz von Suppé e la Stephanie-Gavotte op. 312 dell'ungherese Alphons Czibulka, compositore, pianista e direttore della banda dell'esercito austro-ungarico. Naturalmente non mancheranno i fuori programma come la Radetzky-Marsch e il valzer An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu), rispettivamente di Johann Strauss padre e figlio. Il Maestro Riccardo Muti lavora con i Wiener Philarmoniker dal 1971, ha diretto con loro oltre 500 concerti ed è stato nominato “Membro onorario” della prestigiosissima compagine orchestrale. Dopo averlo diretto nel 1993, 1997, nel 2000 e nel 2004, è protagonista per la quinta volta del Concerto di Capodanno.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.