19 gennaio 2018 - Ravenna, Cronaca

Boom di visite per i monumenti ravennati, “Ma il turismo è mordi e fuggi”

Soprattutto per i gruppi sarebbero ancora prevalenti i tour “da un giorno”

Tempo di bilanci anche per i Monumenti di Ravenna che registrano per il 2017 un significativo incremento nei visitatori. Come spiegano quest’oggi i maggiori quotidiani, a Ravenna il Museo Nazionale, il Mausoleo di Teodorico, la Basilica di Sant’Apollinare e il battistero degli Ariani hanno fatto segnare sensibili incrementi negli introiti. A primeggiare sarebbe la basilica di Sant’Apollinare, che sfiora i 200mila visitatori (+ 18%), ma non va male neanche per la Basilica di Sant’Apollinare in Classe (177mila visitatori, +4,8%), il battistero degli Ariani (106.637 ingressi, +37%), il Mausoleo di Teodorico (90.795 visitatori, +28,3%). Dati importanti anche per il Museo Nazionale che con i suoi 27.287 visitatori segna un bel 25,3% in più rispetto al 2016. Meno bene per il Palazzo di Teodorico che con 9.246 ingressi registra un -40,1%, ma che comunque sarà interessato nei prossimi anni da un importante piano di rilancio.

L’ottimo trend nasconderebbe però – come si legge quest’oggi sul Corriere Romagna – una criticità: ossia il fatto che molti dei gruppi che pur visitano i nostri monumenti preferirebbero un turismo “mordi e fuggi”, andando poi a pernottare sulla costa di Cervia o Rimini o spostandosi in altre regioni.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.