20 gennaio 2018 - Ravenna, Cronaca

Su Facebook diffama un carabiniere. Il post “condannato” ma mai rimosso

Le frasi apparse anche sul sito del Movimento 5 Stelle Emilia Romagna

Ha ritirato, tramite il proprio avvocato, l’opposizione al decreto penale di condanna, il cittadino alfonsinese che in un post del 2013 su Facebook aveva lamentato il sequestro di persona di una donna accusando un carabiniere, il luogotenente Giovanni Morgese, di non aver raccolto la denuncia (secondo la controparte avrebbe invece semplicemente chiesto informazioni su quella donna, dicendosi preoccupato perché non rispondeva più al telefono). Dell’esito della vicenda si è dato conto nel numero di ieri de Il Resto del Carlino. Nel post dell’alfonsinese, Claudio Savioli, si leggono un profluvio di accuse anche a molti esponenti della giustizia ravennate. Post che era stato pubblicato anche sulla pagina del Movimento 5 Stelle Emilia Romagna dove è tutt’ora leggibile.

Con la rinuncia all’opposizione, l’utente Facebook ha accettato la condanna che era seguita alla denuncia del luogotenente dei Carabinieri, conosciuto a Ravenna anche per essere il presidente di una nota associazione benefica, Cuore e Territorio.

Tag: facebook

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.