29 gennaio 2018 - Ravenna, Cronaca

Il Villaggio delle Cicogne di Fosso Ghiaia su Rai 1

Nel programma “Linea Verde va in città”

LINEA VERDE VA IN CITTÀ approda a Ravenna con la trasmissione di Sabato 3 Febbraio 2018 delle ore 12,20.

Nel 2008 nasce il Progetto “Cicogna bianca”, promosso dal “Villaggio delle Cicogne”, nell’Oasi di Fosso Ghiaia, in provincia di Ravenna, dentro il Parco del Ristorante La Campaza; da anni un elemento caratterizzante della località e che rientra nell’area del Parco del Delta del Po.

Lo scopo del progetto è la reintroduzione, essendo la specie scomparsa da tempo nell’area interessata; grazie ai risultati ottenuti nel corso degli anni, la colonia di cicogne ha richiamato esemplari selvatici (circa 200) che hanno iniziato a scegliere Fosso Ghiaia come sito di nidificazione.

In un parco di oltre 40 ettari, Fausto Donzellini, fondatore e promotore del progetto, ha costruito la voliera più grande d’Italia dedicata a questa specie. La voliera, che ospita le coppie riproduttrici nate e cresciute in cattività (48 esemplari), ha una superficie di 2400 m² e un’altezza di 12 mt.

Inoltre, al suo interno, scorre un canale di acqua corrente proveniente dal fiume Ronco, nel quale le cicogne integrano la loro dieta nutrendosi anche di gamberi della Louisiana, specie aliena invasiva, e di piccoli pesci. La reintroduzione di una specie predatrice come la cicogna, porta inevitabilmente a considerare problematiche legate alla fauna minore, soprattutto gli Anfibi. Pertanto nelle aree umide del villaggio, saranno previste delle “Safe Area” dove la fauna minore potrà riprodursi senza essere predata.

Elemento centrale delle riprese è la storia che nasce fra Lucio e Futura.

“Il 4 marzo 2012, stesso giorno della nascita e del funerale di Lucio Dalla, il cantautore più amato da Fausto - spiegano i promotori del progetto - mentre guarda in diretta sulla Rai i funerali, suo cugino lo informa che al Villaggio è arrivata un cicogna.

Lo stupore e la sorpresa sono tanti, la prima cicogna da quando il progetto di ripopolamento è nato.

Si appoggia sulla struttura esterna della grande voliera, prende possesso di quello che è un nido disposto proprio per ospitare le cicogne in arrivo da fuori, e lì rimane, in attesa in una femmina che insieme a lui costruisca la coppia e una famiglia.

La cicogna, in onore al grande cantautore Dalla, viene soprannominata Lucio.

Lucio diventa così il custode della grande voliera.

In attesa di una femmina che tarda ad arrivare, crediamo che la sua partenza possa essere imminente, e invece no, aspetta pazientemente e rimane lì a sorvegliare il territorio, in attesa.

Passa l’estate e Lucio è ancora speranzoso di trovare la sua compagna, nessuna cicogna arriva da fuori, lui è

l’unico. Crediamo per questo che con l’imminente arrivo dell’autunno partirà per la migrazione che contraddistingue questa specie.

Lucio rimane, non lascia il suo nido.

L’anno successivo al suo arrivo vengono liberate e introdotte in natura le prime cicogne, tra queste anche alcune femmine. Finalmente Lucio trova l’amore, trova una compagna che insieme a lui crea una coppia stabile; chiameremo la sua consorte Futura.

Futura, oltre ad essere anch’essa un nome dato in onore al grande Lucio Dalla, simboleggia la vittoria dell’amore che pazientemente aspetta prima di essere coronato.

Oggi Lucio e Futura sono una coppia stabile e stanziale del villaggio, ogni anno incrementano la popolazione

di cicogne libere dando dai 3 a i 5 piccoli per covata.

Sono diventate l’emblema del Villaggio delle Cicogne, simbolo che quando meno te lo aspetti e con pazienza l’amore arriva”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.