8 febbraio 2018 - Ravenna, Ravenna Festival

Il Ravenna Festival alla ricerca di giovani talenti, come partecipare alle audizioni

Si terranno al Teatro Alighieri in maggio

Anche quest’anno il Ravenna Festival è alla ricerca di giovani talentuosi, dagli 8 ai 18 anni, per le audizioni in programma al Teatro Alighieri dal 21 al 29 maggio.

“Il talento, come lo intendo io, ha spiegato Cristina Mazzavillani Muti – è già l’amore, la curiosità e il voler capire. Il talento è una sfumatura. Non cerchiamo ‘il più bravo di tutti’, ma la ‘voglia di meraviglia’”.

L’iniziativa non ha come scopo il conferimento di premi né il costituirsi di un cast per uno spettacolo, quanto continuare il censimento delle giovani energie creative del territorio, offrendo agli iscritti la possibilità di ricevere suggerimenti e consigli. Non ci sono esclusioni o limiti alle discipline artistiche presentate né ai contenuti, sempre liberamente scelti dai partecipanti: sono ammesse le arti dello spettacolo (senza distinzione né esclusione di generi), ma anche arti multimediali e, purché contemplino una componente artistica, discipline sportive. Non sono previste preselezioni e sarà ammesso anche chi ha già partecipato nel 2017.
Chi avesse già partecipato all’iniziativa nel 2017, può ripresentarsi e valutare insieme la crescita e il cambiamento. “A volte è proprio lo sguardo dei più giovani che rivela prospettive sorprendenti, sottolinea Cristina Muti, perché nel loro mettersi in gioco – senza preconcetti, senza falsi pudori – anche le nostre convinzioni e la nostra percezione si trasformano e si rinnovano”.

“Mi piace sottolineare il grande successo che ha salutato alcuni dei giovanissimi ascoltati lo scorso anno,” continua Cristina Muti, ricordando gli appuntamenti Cavalleria rusticana e Pagliacci remix, che hanno aperto le serate d’opera della Trilogia d’Autunno 2017 con un racconto originale e inaspettato composto e interpretato proprio da molti fra quei 150 ragazzi presentatisi alle audizioni a maggio dello stesso anno. I remix, libera rilettura dal punto di vista drammaturgico e musicale dei capolavori di Mascagni e Leoncavallo, sono stati apprezzati, accolti, seguiti e partecipati dal pubblico della Trilogia, suscitando l’attenzione anche della stampa italiana ed estera.
“Significa che il progetto di ascolto e incontro di queste giovani energie è stata la scelta giusta. Sarebbe auspicabile naturalmente poter ripetere l’esperimento, purché si verifichino le occasioni propizie come è accaduto lo scorso anno: mettere in campo queste energie è il sistema più fecondo per lavorare in seno alla nostra comunità, alla nostra realtà. Voglio continuare questo percorso, che in fondo, in modi diversi, ha sempre accompagnato il mio modo di essere. Un Festival che voglia essere un punto di riferimento per tutti coloro che amano la musica e l’arte non vive soltanto di grandi interpreti internazionali e grandi produzioni, ma anche di sensibilità e attenzione per quelle giovani energie creative che germogliano proprio sotto i nostri occhi”.

Il percorso di incontri, che si terranno quest’anno tra il 21 e il 29 maggio, sarà accessibile in ordine di iscrizione, senza preselezioni, fino a un massimo di 200 partecipanti. Le iscrizioni, esclusivamente via e-mail, saranno aperte a partire da mercoledì 14 febbraio fino a venerdì 20 aprile, con il solo limite dell’età (dagli 8 ai 18 anni). Possono partecipare singoli e gruppi (fino a 5 persone). A presiedere la commissione sarà Cristina Muti, affiancata dalla Direzione del Festival. 

Il modulo di iscrizione sarà scaricabile dal sito www.ravennafestival.org.
INFO - 0544 249219 - segreteria@teatroalighieri.org

 

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.