13 febbraio 2018 - Ravenna, Politica

Bertolino, “Bar e slot? Situazione di coesistenza non accettabile”

Il commento del Delegato Comunale Forza Italia

“Con la Delibera 831 del 12 giugno scorso la Giunta Regionale dell’Emilia Romagna ha approvato le modalità applicative delle nuove regole per le sale gioco e per le sale scommesse e per la nuova installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito”, esordisce così in una nota stampa Mauro Bertolino, Delegato Comunale Forza Italia Ravenna, che continua: “Ogni Comune dovrà, entro 6 mesi dalla delibera, fare una mappatura del proprio territorio comunale stabilendo quali sono i punti sensibili. I punti sensibili indicati dalla normativa sono gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, i luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori ed ogni altro luogo di aggregazione che i Comuni possono considerare sensibili.

Effettuata la mappatura, entro un raggio di 500 metri, rispetto ai punti sensibili, non potranno più essere presenti sale gioco. A fronte di questa normativa, vorrei sottolineare come è noto, che la maggior parte delle slot risiedono nei bar che sono i luoghi di aggregazione per eccellenza sia per giovani, per meno giovani e per anziani – spiega Bertolino -.

I bar sono allo stesso tempo luoghi sensibili e sale slot, situazione di coesistenza non accettabile nell’interesse della salute e delle tasche dei cittadini”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.