24 febbraio 2018 - Ravenna, Cervia, Cronaca

Ritrovato un furgone colmo di refurtiva, si cercano i proprietari

Arrestati un 30enne e un 37enne

Nella tarda serata di martedì 20 febbraio 2018 i carabinieri della stazione di Savio hanno arrestato in flagranza per il reato di “concorso in detenzione di armi da fuoco” due cittadini moldavi, un 37enne e un 30enne, celibi, nullafacenti, irregolari sul territorio nazionale. Nel pomeriggio veniva segnalato al 112 l’avvistamento in Savio di Cervia di un furgone Ford Transit rubato, la cui foto girava da qualche giorno sulla chat del locale gruppo di controllo del vicinato. Sono intervenute le pattuglie dei carabinieri della stazione di Savio, dell’aliquota radiomobile della stazione di Cervia-Milano Marittima e della Polizia Municipale cervese, che, dopo aver controllato tutte le strade della frazione, hanno rinvenuto il veicolo parcheggiato e chiuso a chiave nell’aia di una casa colonica.

Circondata l’abitazione, i militari sono riusciti ad accedervi, trovando all’interno i due Moldavi. La perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare e sequestrare, oltre alle chiavi del furgone, numerosissimi oggetti di provenienza illecita, fra i quali, una carabina e armi ad aria compressa (una di potenza superiore ai limiti di legge), taniche di carburante, attrezzi da giardinaggio, cellulari, un computer, numerose chiavi di abitazioni e veicoli, binocoli, minimoto, attrezzi da lavoro, gruppi elettrogeni, e molto altro. Pertanto i due 30enne sono stati deferiti per ricettazione e per ingresso illegale sul territorio italiano. Gli arrestati sono stati tradotti in carcere a Ravenna.

Mercoledì 21 febbraio, alla luce del giorno, è stato eseguito un nuovo sopralluogo nella casa colonica e nelle sue pertinenze, rinvenendo anche arnesi da apicoltura del valore di oltre 12mila euro, provento di furti consumati nelle province di Ravenna e Forlì nel 2016-2017. Ad oggi, sono stati restituiti il furgone, il materiale da apicoltura e due minimoto, ma buona parte della refurtiva del valore di diverse migliaia di euro, non ha ancora trovato i legittimi proprietari. Chi volesse visionare i materiali potrà contattare i carabinieri della stazione di Savio (0544/927616).

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018