27 febbraio 2018 - Ravenna, Cronaca

Nuovo palasport, quale sostenibilità finanziaria?

Serve anche uno "studio di fattibilità sociale - finanziaria" sul nuovo Palazzetto dello sport

 

Quale sostenibilità finanziaria ?

Prosegue il progetto del nuovo palazzetto, “Palazzetto delle Arti e dello Sport”, che verrà realizzato vicino al Pala De Andrè: un’opera da 15 milioni di euro. E il tema della sostenibilità finanziaria continua a far sorgere in molti osservatori dubbi e richieste di analisi approfondite.

 

Lo stato attuale

Al momento della presentazione dello studio di fattibilità, nel settembre scorso, il presidente della Camera di Commercio, Natalino Gigante, parlò dell’interessamento delle categorie economiche; il Comune dal canto suo sta cercando un “main sponsor” ma secondo esperti del settore quella per il nuovo palazzetto - se non connessa ad altri fattori e valutazioni - “è una sponsorizzazione che vale” sui 50mila - 70 mila euro all’anno; nel contempo la Giunta Comunale il 12 dicembre 2017 (presenti: Michele de Pascale; Eugenio Fusignani; Ouidad Bakkali; Gianandrea Baroncini; Massimo Cameliani; Giacomo Costantini; Federica Del Conte; Roberto Fagnani; Elsa Signorino) ha approvato a voti unanimi il progetto preliminare di fattibilità tecnica ed economica.

 

Le sempre crescenti perplessità

Ma al momento oltre al costo cosa c’è di concreto? Cioè come si intende “riempire” il nuovo palasport? Sono varie le questioni aperte. Una riguarda in generale la sostenibilità, nel tempo, dell’opera; più nel dettaglio c’è poi il tema dell’appalto in corso con l’attuale gestore della struttura, la Metro: l’ente pubblico come farà ad innestarsi e come proseguirà l’affidamento con quest’ultimo? Di particolare importanza inoltre il tema delle fiere: è qui che si dovrebbe focalizzare l’analisi di mercato degli esperti. Quali filoni, e quale bacino di utenza? Fiere locali, regionali o nazionali? Se l’Omc - ogni due anni, per qualche giorno - viene visto come un fulcro per l’utilizzo della struttura, resta da capire come questa potrà venire utilizzata in tutti gli altri lunghi mesi. Tenuto conto che le fiere di altre città vicine, come Cesena, Rimini , Forlì, Bologna, Pesaro o Ferrara non sono certo in “overbooking”, avrebbero cioè modo di ospitare tranquillamente altri appuntamenti e in taluni casi con una logistica – servizi collegati di altissimo livello. Analogo discorso può essere fatto per gli spettacoli, gli eventi culturali: quali e quanti durante l’anno?  Non ultimo per importanza l’aspetto che fino ad oggi rende necessario un nuovo palasport a Ravenna per le principali società sportive, quelle che partecipano a campionati a livello nazionale (Basket maschile e pallavolo sia maschile che femminile), sono gli elevati costi di gestione del Pala d André. La nuova struttura sarà in grado di rendere accessibile alle società sportive la struttura gratuitamente o semigratuitamente sia per le gare che per gli allenamenti oppure non cambierà nulla? Quali saranno i vantaggi economici per le società sportive di Ravenna?

 

Si dia subito corso a uno Studio di fattibilità sulla Convenienza economico-sociale e sulla  Sostenibilità finanziaria.

È evidente che in uno scenario simile è imprescindibile dare corso, anche se in gravissimo ritardo, a uno Studio che prenda in esame in via approfondita la Convenienza economico-sociale e la Sostenibilità finanziaria del progetto.

Lo Studio di fattibilità, anche se con diverso grado di approfondimento, deve affrontare con informazioni aggiornate una serie di argomenti chiave e cioè analizzare e valutare la fattibilità dell’opera da punti di vista diversi:  Convenienza economico-sociale: l’analisi economico-sociale all’interno dello studio di fattibilità ha lo scopo di verificare il grado di utilità dell’opera per la collettività. L’analisi economica deve tenere conto anche degli eventuali costi e benefici economici non derivanti dai costi e rientri finanziari, cioè di quelli esterni o indiretti; sostenibilità finanziaria: per tutti gli studi di fattibilità è necessario condurre una accurata analisi finanziaria relativa sia alla fase di realizzazione dell’opera (investimento e suo finanziamento), che a quella di esercizio (costi e, eventuali, ricavi).

 

 

Link a precedenti articoli sul comparto:

http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0078230-pala-de-andre-tutta-larea-e-unopera-darte-perche-stravolgerla

http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0078428-area-pala-de-andre-palazzetto-raddoppia-scelta-opportuna

http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0077553-gara-palazzetti-dello-sport-pala-galassi-e-pala-de-andre

http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0075819-pala-de-andre-un-bene-della-collettivita

http://www.ravenna24ore.it/0075413-grande-ferro-grande-ferraglia-quando-larte-e-maltrattata

http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0077192-fortunale-ravenna-presidente-della-regione-e-direttore-della-protezione-civile

http://www.ravenna24ore.it/0076005-un-cartellone-abbagliante-viale-europa

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.