19 aprile 2018 - Ravenna, Cronaca

In casa nascondevano droga e 6mila euro in contanti, arrestati due pusher

Il denaro era frutto dell'attività di spaccio

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno tratto in arresto, nel tardo pomeriggio di mercoledì 18 aprile, due extracomunitari con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare i Carabinieri della Stazione di Via Alberoni hanno monitorato, nell’ambito dei servizi finalizzati alla repressione dello spaccio di droga, un tunisino 33enne, conosciuto nell’ambiente dei giovani assuntori ravennati come “un affidabile fornitore che raggiunge il cliente ovunque esso si trovi”.

Ieri, in zona stadio, i Carabinieri, dopo averlo “agganciato”, a bordo di una utilitaria condotta da un connazionale 20enne, li hanno osservati girare in tondo senza un motivo. I militari, tenendo costantemente d’occhio i due, appena hanno notato che il conducente si è fermato vicino ad un soggetto in attesa ed il passeggero ha avuto con questo un repentino scambio di qualcosa, sono intervenuti. L’uomo aveva infatti appena acquistato cinque dosi di cocaina.

Immediatamente i carabinieri hanno fermato l’autovettura degli stranieri e a seguito di perquisizione presso il loro domicilio, situato proprio in zona, hanno rinvenuto altre dosi di stupefacente e la somma in contante di circa 6 mila euro, frutto di pregressa attività illecita.

La cocaina ed il denaro è stato sequestrato mentre i due uomini sono stati arrestati con l’accusa di spaccio.

Stamani, al termine del processo direttissimo, con la convalida, il Giudice ha imposto al più giovane il divieto di ritorno nella provincia di Ravenna mentre per il 33enne la custodia cautelare in carcere.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.