4 maggio 2018 - Ravenna, Cronaca

Cittadini "scienziati" per testare la qualità dei corsi d'acqua

L'evento Ravenna Water Blitz: i partecipanti riceveranno un kit per le analisi

Un'esperienza da vero scienziato in programma sabato 5 e domenica 6 maggio. È infatti in programma, spiega la Fondazione Flaminia, l’evento Ravenna Water Blitz organizzato dall’Osservatorio italiano Citizen Science – Centro per l’Innovazione di Fondazione Flaminia (Cifla), primo nodo italiano della sezione FreshWater Watch di EarthWatch, Ong internazionale che si occupa di Citizen Science a livello mondiale.

L’evento Ravenna Water Blitz, aperto a tutta la cittadinanza, rientra tra le attività di Citizen Science, nuovo approccio alla raccolta dei dati di interesse scientifico che prevede il coinvolgimento volontario e la partecipazione attiva della popolazione, prosegue la nota. Chiunque, cittadino di ogni ordine ed età, senza particolari livelli di preparazione scientifica, ma appassionato di dinamiche ambientali, può diventare citizen scientist e occuparsi di monitoraggio scientifico.

Le due giornate blitz vedranno i cittadini ‘testare’ la qualità dell’acqua superficiale di fiumi, canali, stagni e zone umide del territorio a scelta nell’ambito di un elenco di circa quaranta siti individuati tra comune di Ravenna e comune di Alfonsine. I volontari rileveranno la presenza di nitrati e fosfati, responsabili, in elevate quantità, dei fenomeni di eutrofizzazione sia delle acque dolci che di quelle marine, servendosi di un apposito kit consegnato al momento dell’iscrizione. Il kit contiene due provette di plastica con i reagenti, una cuvetta per raccogliere la giusta quantità d’acqua in cui effettuare le analisi, una tabella cromatica per stimare la concentrazione di nitrati e fosfati, un paio di guanti e la scheda da compilare.

Durante il blitz, un referente d’area per ogni sito sarà a disposizione per seguire e supportare il cittadino nel campionamento e nella registrazione dei dati rilevati. Nello specifico, il cittadino dovrà raccogliere l’acqua in giusta quantità, far reagire il liquido nelle provette di plastica, aspettare alcuni minuti e misurare la concentrazione in base al colore, infine compilare la scheda.

I dati raccolti durante il blitz avranno uno spazio nella piattaforma mondiale di FreshWater Watch di Earth Watch.

Saranno i cittadini stessi a registrarli direttamente in campo con l’APP di Freshwater Watch dello smartphone oppure, per chi usa la scheda cartacea, successivamente attraverso computer.

L’evento Ravenna Water Blitz è promosso dal Centro per l’Innovazione di Fondazione Flaminia (Cifla), in collaborazione con il Centro per l’Educazione alla Sostenibilità del Comune di Ravenna (Ceas) e la piattaforma mondiale FreshWater Watch (FWW) di Earthwatch.

Scopo dell’iniziativa è aprire la scienza ai cittadini, stimolarne la partecipazione attiva e la presa di responsabilità rispetto alle tematiche ambientali. Nello specifico, l’iniziativa mira ad avvicinare la cittadinanza agli ambienti di acqua dolce, incentivandola a una collaborazione continuativa. In una prospettiva di continuità, infatti, i dati e le informazioni raccolte potrebbero servire a individuare e distinguere gli ambienti di buona qualità da quelli degradati; consentirebbero a chi gestisce il territorio di intervenire proteggendo i primi e riqualificando i secondi.

Info su: https://www.osservatoriocitizenscience.org

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.