10 maggio 2018 - Ravenna, Cronaca

Beccati con il cellulare alla guida, multati in sei in poche ore

I controlli proseguiranno con regolarità nei prossimi mesi

Sei violazioni alle norme sull’uso corretto di apparati radiotelefonici a bordo delle vetture sono state riscontrate ieri nel giro di poche ore da agenti della Polizia municipale impegnati in controlli per la prevenzione dei comportamenti alla guida che incidono maggiormente sulle cause di incidente stradale.

I conducenti, due donne e quattro uomini, di età compresa tra i 26 e i 70 anni, stavano circolando nelle vie Darsena, Marconi, Canale Molinetto, Romea e Dismano.

Complessivamente le sanzioni comminate ammontano ad oltre 700 euro con un totale di 18 punti decurtati.

La Polizia municipale ricorda che guidare e parlare al cellulare, oltre ad essere irregolare, è anche molto pericoloso perché influisce negativamente sulle prestazioni al volante, soprattutto per quanto riguarda i tempi di reazione degli automobilisti. Tutto questo si aggrava quando invece di parlare si scrive e invia messaggi, pratica che costringe a distogliere più a lungo lo sguardo dalla strada con tutti i rischi che ne conseguono. Si tratta quindi di disattenzioni che possono costare caro a sé stessi e agli altri utenti della strada.

I servizi, appositamente programmati, anche sotto il coordinamento della Prefettura, proseguiranno nei prossimi mesi.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.