16 maggio 2018 - Ravenna, Cronaca, Politica

Apertura temporanea Ztl via Guaccimanni e via di Roma: "proposta bocciata"

L'intervento di Veronica Verlicchi, capogruppo "La Pigna": "un nuovo e duro colpo al centro storico"

Nella seduta del Consiglio Comunale di ieri, abbiamo presentato e discusso la nostra proposta di apertura temporanea della ZTL di Via Guaccimanni e Via di Roma, spiega in una comunicazione Veronica Verlicchi, capogruppo de La Pigna in consiglio comunale.

"Richiesta che mirava ad adottare una soluzione alternativa per il raggiungimento del parcheggio di Largo Firenze, durante gli ormai prossimi lavori di rifacimento che interesseranno via Oriani/Via Pascoli. 

Già nel 2017, in occasione del primo stralcio di lavoro di via Pascoli, chiedemmo ed ottenemmo l’apertura temporanea della ZTL in via di Roma. Oggi, alla vigilia del secondo stralcio di lavori, riteniamo di fondamentale importanza l’adozione di una soluzione che preservi gli interessi dei tanti commercianti del centro storico, già vessati da continui problemi che interessano il nostro salotto cittadino". "A fine marzo 2018, ovvero dopo il deposito del nostro ordine del giorno, l’Assessore ai lavori pubblici, Roberto Fagnani, aveva rilasciato una dichiarazione ai giornali nella quale si dichiarava propenso all’apertura  del tratto di Via Guaccimanni. 

Non avremmo mai pensato, quindi, che potesse accadere ciò che si é verificato ieri in Consiglio comunale", continua la capogruppo, che spiega come la maggioranza Pd, ovvero il partito di Fagnani, abbia "bocciato clamorosamente" la proposta. Tra le motivazioni, spiega Verlicchi, che l'apertura di via Guaccimanni avrebbe peggiorato la qualità dell'aria "mentre costringere le auto a fare un tragitto più lungo per impedire di attraversare un tratto di 300 mt avrebbe giovato all’ambiente". 

"Così facendo, la maggioranza non solo ha inferto un nuovo e duro colpo al nostro centro storico, ma ha anche, di fatto, sfiduciato lo stesso Assessore Fagnani. 

Testimonianza, questa, del caos che regna all’interno del Partito Democratico: situazione che non desterebbe alcuna preoccupazione se non fosse che il governo della nostra città é in mano loro. Il Pd ha palesemente deciso di non aiutare nuovamente le attività del nostro centro cittadino, lasciandole a se stesse ed in preda ai tanti, troppi, episodi di criminalità che si stanno susseguendo da settimane in quello che dovrebbe essere il salotto buono di Ravenna. 

La bocciatura, rileva Verlicchi, "è l’ennesima riprova della volontà del Pd di voler soffocare le attività commerciali del centro storico". 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.