19 maggio 2018 - Ravenna, Agenda, Cultura

I ravennati e la tavola nell'arte del '500

Una conferenza di Serena Simoni

Giovedì 24 maggio alle 18  nella Sala Dantesca della Biblioteca Classense, la prof.ssa Serena Simoni terrà una conferenza dal titolo I ravennati a tavola: arte e storia nel refettorio di Classe. La conferenza organizzata dall'Associazione Amici della Biblioteca Classense è incentrata sui dipinti dell'antico refettorio camaldolese, realizzati dai Longhi nel XVI secolo e che contemporaneamente si possono ammirare, spiegano i promotori dell'iniziativa. 

 

Gli artisti Luca e Francesco Longhi decorarono nella seconda metà del '500 il refettorio camaldolese, oggi integrato negli spazi della Sala Dantesca della Biblioteca Classense. I dipinti recentemente restaurati - raffiguranti le Nozze di Cana sulla parete principale e la Visione di San Romualdo nella volta - illustrano i collegamenti fra la bottega ravennate e il contesto artistico italiano del tempo. Ancora più interessante è la rilettura iconografica dei soggetti fino ad oggi considerati separatamente: il ciclo racconta la storia dell'importante monastero cittadino e dell'ordine camaldolese tenendo in primo piano le vicende della comunità ravennate in un momento di grande cambiamento sociale.

Serena Simoni Storica dell'arte, è stata docente a contratto per vari anni presso l'Università di Bologna nel Dipartimento Arti visive e nella Facoltà di Scienze della Formazione. Attualmente insegna presso le Scuole superiori di Ravenna. Pubblicista, collabora da anni ad alcune testate locali per il settore arte e cultura. Ha curato mostre di arte contemporanea e collaborato a riviste e periodici nazionali, svolgendo contemporaneamente attività di ricerca sulla storia dell'arte del Cinquecento, la didattica della disciplina storico-artistica e il rapporto fra arte e differenza di genere. Su questi temi ha pubblicato numerosi interventi e saggi.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.