24 maggio 2018 - Ravenna, Cronaca

La nazionale di "Miss Mamma" in triagolare a Piacenza: in campo anche tre ravennati

Al centro della caserma “Luigi Galli”

Si è tenuto nell’impianto sportivo della Caserma piacentina delle Fiamme Gialle “Luigi Galli”, alla presenza di un numerosissimo pubblico e autorità quali il Generale di Divisione Giuseppe Gerli, Comandante Regionale della Guardia di Finanza dell’Emilia Romagna, il secondo triangolare di calcio con protagoniste la Nazionale di Calcio di Miss Mamma Italiana allenata dal duo Pierpaolo Maretti (di Forlì) e Filippo Tommaselli (di Cesena) composta dalle mamme vincitrici di fascia del concorso dalla sua prima edizione ad oggi, la rappresentativa femminile Regione Emilia Romagna della Guardia di Finanza e la rappresentativa femminile della Guardia di Finanza della Provincia di Piacenza.

 

L’evento ha permesso di poter raccogliere fondi, pari a 4.000 euro, da devolvere ad “Arianne Endometriosi”, Associazione Onlus Nazionale per la lotta all’endometriosi con sede a Casalecchio di Reno, di cui è Presidente la Dottoressa Sonia Cellini. L’endometriosi è una malattia complessa e spesso sottovalutata, malattia cronica e spesso progressiva, che in Italia colpisce 3 milioni di donne fin dall'adolescenza (ma questo dato è in realtà una sottostima dei casi reali e purtroppo i tempi medi di diagnosi dalla prima comparsa dei sintomi, che solitamente avviene in età adolescenziale, è in media di 7/8 anni) e che, per questo motivo, deve essere ben conosciuta, per permettere un'attivazione spontanea in caso di sintomi sospetti.

Si parla di endometriosi quando l'endometrio, il tessuto normalmente presente all'interno dell'utero si trova in altre sedi (ovaie, tube, peritoneo, vescica, uretre, intestino, vagina), formando "noduli", "tumori", "lesioni", "impianti" che possono causare dolore, sanguinamenti interni, infiammazioni croniche ed altri sintomi associati. La malattia è una delle più diffuse cause di infertilità (il 30% delle donne che soffre di questa malattia non riesce a concepire) e ha pesanti risvolti sulla vita familiare, sociale e lavorativa di chi ne soffre. Le cause possono essere legate ad alcuni fattori ambientali ed inquinanti e possono essere di origine genetica.

 

Il triangolare ha visto vincitrici tutte e tre le compagini partecipanti.

Si è trattato di un vero pomeriggio di festa, legato allo sport, all’amicizia ed alla solidarietà, con protagonista il Corpo della Regione Emilia Romagna della Guardia di Finanza e le mamme Miss.

La Nazionale di Calcio di “Miss Mamma Italiana” è scesa in campo con questa formazione:

◦ Barbara Semeraro di Forlì “Miss Mamma Italiana Sponsor Top 2016”;

◦ Cristina Pezzi di Ravenna “Miss Mamma Italiana Gold Glamour 2013”(Capitano della Nazionale);

◦ Tania Scarpa di Ravenna “Pre Finalista Miss Mamma Italiana 2017” (Portiere della Nazionale);

◦ Carla Ridolfi di Cervia (Ravenna) “Pre Finalista Miss Mamma Italiana Gold 2007”;

◦ Patrizia Modena di Conselve (Padova) “Miss Mamma Italiana Evergreen Sorriso 2017”;

◦ Gabriella Buso di Brugine (Padova) “Miss Mamma Italiana Gold in Gambe 2017”;

◦ Monica Lancini di Palazzolo sull’Oglio (Brescia) “Pre Finalista Miss Mamma Italiana Gold 2018”;

◦ Marisa Mulazzi di Voghera (Pavia) “Pre Finalista Miss Mamma Italiana Gold 2018”;

◦ Cristina Rossetti di Trescore Cremasco (Cremona) “Miss Mamma Italiana Sponsor Top 2014”;

◦ Antonella Intini di Cermenate (Como) “Pre Finalista Miss Mamma Italiana Gold 2018”;

◦ Rosaria Micalizzi di Arenzano (Genova) “Miss Mamma Italiana Evergreen Solare 2017”;

◦ Donatella Galvani di Torino “Miss Mamma Italiana Gold 2009”.

Tag: calcio

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.