23 giugno 2018 - Ravenna, Cronaca, Ravenna Festival

“Chitarra solista? E’ più divertente la ritmica”. Cesareo si racconta a Ravenna

La Masterclass per i partecipanti al concerto delle “cento chitarre”

Al termine delle prove per il “concerto delle cento chitarre” del Ravenna Festival, mercoledì scorso, è salito sul palco del Pala de André il chitarrista degli Elio e le Storie Tese Davide Luca Civaschi (meglio conosciuto come Cesareo), per una Masterclass a porte chiuse dedicata ai partecipanti del progetto.

In due ore Cesareo ha mostrato, con grande ironia, umiltà e cercando sempre di interagire coi presenti - alcuni suoi segreti di strumentista, ma soprattutto ha raccontato la sua storia personale e ha illustrato il suo modo di intendere la musica.

Tanti gli aneddoti snocciolati, come quando da ragazzo non poteva permettersi una chitarra elettrica e quindi infilava dei microfoni dentro la sua chitarra acustica per saturare il suono. Oggi si esercita tutti i santi giorni, persino quando va in vacanza porta con sé una chitarra: “Altrimenti non potrei permettermi di dare lezione agli altri, non sarei credibile. Io devo essere come un velocista, sempre in allenamento”. E nel tempo si è sempre più dedicato alla chitarra ritmica, spesso bistrattata dai chitarristi in favore degli assoli rock, cercando nelle sue composizioni accordi improbabili e particolari: “A fare le scale son capaci tutti”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018