12 luglio 2018 - Ravenna, Cronaca

Lotta alla ludopatia ma senza dimenticare il futuro di imprese e lavoratori

Servono soluzioni all'insegna dell'equilibrio. Spostamento e chiusura sale, vanno previsti meccanismi economici di compensazione.

E’ di stretta attualità il tema legato al gioco d’azzardo e ai rischi di ludopatia. Il dibattito è nel vivo, mentre sta procedendo l’iter di applicazione della legge regionale, che porterà allo “spostamento” delle sale slot ad oltre 500 metri dai “luoghi sensibili” come le scuole e non solo; inoltre ci si interroga sulla pubblicità del gioco, ora perfettamente regolare: c’è chi riterrebbe opportuno vietarla e dal Governo viene proprio in questi giorni annunciata la “stretta”.

Insomma, è in atto una vera e propria rivoluzione, con un obiettivo di fondo condivisibile. Ma occorre operare con equilibrio, così come viene auspicato da più parti. Misure troppo drastiche, è stato rilevato, rischiano di mettere in ginocchio imprenditori e lavoratori di un intero settore. Come accennato, le sale vicine ai luoghi sensibili dovranno prima o poi spostarsi. Ma non è difficile immaginare che in molti casi ciò significherà una chiusura tout court. Occorre dunque prevedere, in generale, meccanismi economici di compensazione per i gestori. La giusta lotta alla ludopatia non dovrebbe creare altre zone d’ombra, a scapito di imprese e lavoratori.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018