6 agosto 2018 - Ravenna, Cronaca

Giovane disperso in kayak ritrovato dalla Guardia Costiera

Era finito a Lido delle Nazioni

Numerose sono state le segnalazioni giunte ieri alla sala operativa della Capitaneria di porto di Ravenna, riguardanti diportisti in difficoltà e richieste di intervento per dispersi in spiaggia.

Tra Punta Marina e Lido di Savio un natante da diporto con quattro persone a bordo di cui due minori, è stato soccorso da una unità costiera della Guardia Costiera, GC B108, a seguito di un’avaria. I diportisti, dopo il trasbordo, sono stati accompagnati al sicuro a terra.

Al largo di Lido di Savio, durante un’attività di ricognizione per un presunto inquinamento, sono stati effettuati dei campionamenti di una macchia di colore scuro la cui origine è probabilmente da ricondurre ad un fenomeno di proliferazione algale. I campioni prelevati sono successivamente stati consegnati all’ARPA per le analisi di rito.

Nella serata, infine, è giunta la segnalazione di un giovane disperso a bordo di una piccola barca a vela partita da Goro e diretta verso i Lidi ferraresi. Il ragazzo navigava assieme a dei coetanei su dei kayak, quando è giunta la notizia che non era più in vista dei compagni. Sono stati immediatamente allertati i Comandi di Porto Garibaldi e di Goro, oltre a preallertare le unità navali della Guardia Costiera dedicate al servizio di ricerca e soccorso. Il personale del Comando Guardia Costiera di Goro, libero dal servizio, è immediatamente intervenuto per mezzo di un battello veloce, uscendo in mare e riuscendo ad individuare il disperso, sull’unità a vela, al Lido delle Nazioni.

Innumerevoli sono state inoltre le segnalazioni ricevute e che sono state prontamente risolte, nell’ambito di tutta la competente giurisdizione, dal personale dei Comandi dipendenti e dalle pattuglie a mare e a terra del dispositivo Mare Sicuro.

“Continua quindi, con grande impegno e presenza, l’azione della Guardia Costiera – spiega la Capitaneria di Porto -volta a vigilare sull’incolumità dei bagnanti e dei diportisti, mediante la presenza sulle spiagge ed in mare di personale appositamente specializzato e formato.

Si ricorda a tutti gli utenti del mare, che è attivo il NUMERO BLU GRATUITO 1530, da utilizzare per la sola segnalazione delle emergenze, mentre, per gli altri dettagli contattare le Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Tutte le informazioni sono rinvenibili sul sito www.guardiacostiera.it”.

 

 

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.