10 agosto 2018 - Ravenna, Cronaca

Bigiotteria, orologi, giocattoli: a Lido Adriano sequestrati quasi 50mila articoli

Non conformi alle norme sulla sicurezza

Prosegue l’azione di tutela della legalità e della salute pubblica da parte delle Fiamme Gialle di Ravenna, nell’ambito del piano straordinario di potenziamento dei servizi di polizia economico-finanziaria disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza per la stagione estiva.

Nella giornata di ieri, in un unico intervento nella zona di Lido Adriano, i Finanzieri hanno individuato e sottoposto a sequestro 49.242 prodotti non conformi alla normativa sulla sicurezza per un valore totale di 22.000 € circa.

In particolare, sui banchi di due venditori ambulanti ed all’interno di un bazar, tutti di proprietà di commercianti originari del Bangladesh, sono stati sequestrati prodotti di bigiotteria, orologi, giocattoli, accessori e articoli per la persona posti in vendita in violazione del Codice del Consumo, privi di qualsiasi indicazione relativa alla loro composizione e provenienza.

Infatti, i prodotti destinati al consumatore e commercializzati sul territorio nazionale devono riportare, in modalità chiaramente visibile e leggibile le indicazioni relative alla tipologia di prodotto, al produttore o importatore, al Paese di origine se extra-comunitario ed ai materiali di cui sono composti.

La violazione di questa norma del Codice del Consumo, istituita come garanzia di informazione per i consumatori, comporta oltre al sequestro della merce anche l’irrogazione di sanzioni pecuniarie che possono arrivare fino a 25.000€.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.