28 settembre 2018 - Ravenna, Agenda, Eventi

Torna ItineRa, camminate per il corpo e per la mente

Da domani, la rassegna itinerante attraverserà gli spazi verdi di Ravenna e dintorni

La presentazione

Si è svolta questa mattina nella sala consigliare del Comune di Ravenna – alla presenza degli assessori alla Cultura Elsa Signorino, all’Ambiente Gianandrea Baroncini, allo Sport Roberto Fagnani e al presidente di Trail Romagna Ciro Costa  – la presentazione della seconda edizione di ItineRA, la festa del cammino consapevole che si svolgerà a Ravenna dal 29 settembre al 14 ottobre.

Orienta-menti

Festa del cammino consapevole

dal 29 settembre al 14 ottobre 2018

Passeggiate lente, camminate sportive, pensieri che camminano, orientamenti,

incontri, cibo condiviso.

Una rassegna itinerante che attraverserà gli spazi verdi di Ravenna e dintorni, per riscoprire il gesto più antico, naturale e creativo dell’uomo, il camminare.

ItinerRA

La città si trasfomerà in un luogo d’incontro per gli appassionati del cammino nelle giornate di ItineRA: festa del cammino consapevole.

Dopo il successo della precedente, nonché prima edizione, torna dal 29 settembre al 14 ottobre ItineRA, la festa del cammino consapevole promossa e organizzata da Trail Romagna (che festeggia la sua decennale attività) in compartecipazione con il Comune di Ravenna.

Cos’è?

Quindici giorni fra le vie e le aree verdi di Ravenna e dintorni, alla riscoperta di itinerari laterali e interdisciplinari atti a corroborare una visione inedita della città dove storia, cultura, arte, gastronomia e ambiente si intersecano, arricchendo di nuovi percorsi una mappa già fitta ma in continua espansione e a concentrare l’attenzione dei cittadini sulla preziosa complessità del tessuto urbano ravennate.

Tutte le facce del cammino

Trait d’union della rassegna è, naturalmente, il cammino, declinato e interpretato da ItineRA a seconda delle più svariate necessità: da salutare attività sportiva a privilegiato strumento cognitivo, da motivo d’incontro e condivisione a occasione di riscoperta psicofisica, da atto estetico a intimo percorso spirituale.

Crescita culturale e rigenerazione fisica

Per il secondo anno consecutivo – dichiarano gli assessori alla Cultura Elsa Signorino, all’Ambiente Gianandrea Baroncini e allo Sport Roberto Fagnani - ItineRa offre la possibilità di creare un ponte ideale tra il cammino inteso sia come crescita culturale che come rigenerazione fisica attraverso il movimento e la contemplazione delle bellezze naturali e architettoniche che ci circondano.

Un evento che mette al centro tre peculiarità del nostro territorio (cultura, sport, ambiente) grazie a un programma eterogeneo e ben curato nei minimi particolari”.

Istruttori per la riappropriazione del proprio passo

La rassegna si articola, come nella precedente edizione, in numerosi eventi, conversazioni, passeggiate e incontri dedicati alla rieducazione al cammino, sotto la guida di qualificati istruttori di Nordic Walking e Fitwalking che aiuteranno i partecipanti a riappropriarsi del proprio passo con coscienza, per poterne godere appieno gli effetti benefici sul corpo, la mente e lo spirito.

Dora Markus

Ad aprire il secondo anno con ItineRA, eloquentemente sottotitolato Orienta-menti, è una passeggiata tutta ravennate sulle evanescenti orme di Dora Markus (Marinara, sabato 29 settembre, 15:30), musa montaliana il cui ricordo ancora oggi anima di suggestioni la diga foranea di Marina

di Ravenna.

Le giornate di sabato 13 e domenica 14

Rigorosamente ravennati sono anche la Darsena Urban Walk (Darsena Pop Up, sabato 13 ottobre, 15:30), passeggiata attraverso il sensibile segmento della Darsena di Città – che dall’inconscio urbanistico sta lentamente riappropriandosi di una rigenerata e stratificata identità – e il pellegrinaggio dalla solitaria e suggestiva Torre del Candiano (Turrazza) alla Basilica di Santa Maria in Porto, sulle tracce misteriose della Madonna Greca (domenica 14 ottobre, 9:30) che ancora oggi costituisce un mistico e inscindibile legame con l’Oriente; a raccontare storia e leggenda di questa icona sarà l’esperto Giovanni Gardini.

Santuari naturali e artificiali della città

A rimarcare il valore spirituale del cammino, intervengono la passeggiata meditativa nella selvaggia penisola di Boscoforte (domenica 30 settembre, 15:00), fra i canneti e i silenzi delle Valli di Comacchio santalbertesi, e un corposo itinerario culturale e antropologico dedicato ai santuari naturali e artificiali della città, alla riscoperta delle Pinete ravennati – guidati dalla scrittrice Silvia Togni (Cà Vecia, sabato 13 ottobre, 9:30) e dal monaco camaldolese Axel Bayer (Parco 1° Maggio, domenica 7 ottobre, 15:30).

Monasteri

L’evento è arricchito da un percorso alla scoperta dei principali monasteri, come San Giovanni Evangelista (sabato 6 ottobre, 15:30), San Vitale (mercoledì 10 ottobre, 18:00) e Classe dentro le mura (Biblioteca Classense, sabato 6 ottobre, 10:00), con visite guidate condotte rispettivamente da Paola Novara, Emanuela Fiori e Linda Kniffitz.

I Monasteri saranno anche al centro di un incontro interdisciplinare con il saggista Maurizio Pallante e il monaco Camaldolese Natale Brescianini, che abbraccia filosofia, economia e spiritualità per esplorare il nesso fra monachesimo ed “economia sostenibile” (Biblioteca Classense, venerdì 5 ottobre, 17:00).

Incursioni nel cinema

Anche quest’anno, numerosi sono gli incontri promossi da ItineRA con personalità legate al mondo della cultura, dello sport, dell’arte, della gastronomia: lo scrittore e giornalista per Tuttosport Andrea Schiavon e il condirettore della rivista Correre Daniele Menarini si confronteranno sul tema del racconto e della visione, con incursioni nel cinema dedicato all’andare a piedi (Osteria-Cinema Passatelli, martedì 2 ottobre, 18:00).

Alimentazione sostenibile

Il Priore Generale dei Monaci Camaldolesi Alessandro Barban terrà assieme a Don Claudio Ciccillo e a Franco Chiarini di ChefToChef un incontro dedicato all’alimentazione sostenibile, alla fine del quale sarà possibile partecipare a una cena solidale presso la Fraternità di San Damiano (mercoledì 3 ottobre, 18:00).

Arte

Franco Masotti nel cuore della Pineta di Classe (Cà Aquara, giovedì 4 ottobre, 18:00) intraprenderà un sorprendente percorso su quegli artisti – da Campana a Long, passando per Herzog, Cage e Sebald – che hanno fatto del cammino una vera e propria pratica estetica, linfa stessa della loro arte. A completare l’offerta artistica della serata le percussioni di Vince Vallicelli alla ricerca di suoni ancestrali.

Gli scrittori

Lo scrittore Davide Comunale ci guiderà lungo la Magna Via Francigena siciliana (Salone dei Mosaici, lunedì 8 ottobre, 18:00) insieme ai suoni isolani di Agata Leanza (voce) e Teo Ciavarella (pianoforte), gli scrittori Nicolò Giraldi (Terme di Punta Marina, giovedì 11 ottobre, 18:00) e Andrea Mattei (Giardini Pubblici, martedì 9 ottobre, 18:00) presenteranno i rispettivi nuovi volumi per Ediciclo – il primo, un drammatico viaggio nella memoria della migrazione dimenticata lungo il confine orientale italiano, mentre il secondo un vademecum sull’arte di fare lo zaino.

Lo scrittore Fabio Fiori (Kirecò, venerdì 12 ottobre, 18:00), già collaboratore di Rai Radio Tre e diversi quotidiani e riviste, presenterà il suo “Erba buona, ricettario di un girovago”, dedicato alle erbe commestibili che chiunque può trovare lungo il proprio cammino.

Dibattito culturale e creativo

Questo e molto altro all’interno di una rassegna che, giunta al suo secondo appuntamento, sceglie di approfondire quanto già affrontato lo scorso anno, e di porre dunque con forza il cammino al centro del dibattito culturale e creativo, al fine di costruire percorsi multimediali partendo dal più semplice e spontaneo dei gesti.

Cibo da condividere

Ogni evento comprende un epilogo food al quale si può scegliere se partecipare o meno. L’intenzione è quella di eliminare la barriera relatore-uditore per realizzare un momento di incontro più informale con i protagonisti, un dialogo e un confronto di liberi pensieri.

Camminare per star bene, camminare per conoscere, camminare per pensare, camminare per incontrare, camminare per ritrovarsi, camminare per essere liberi…

I menù

Si va da menù della nostra tradizione romagnola serviti in ambienti tipici come la casa pinetale della Aquara o l’antico circolo dei Mullner, a menù raffinati e a tema come quelli proposti dall’Osteria Passatelli e da Marlin Beach Restaurant fino a menù ‘sostenibili’ come quello vegetariano preparato da Kirecò o quello che vede protagonista lo chef Matteo Salbaroli nella cena condivisa che alla Fraternità San Damiano concluderà l’incontro dedicato al tema sociale “cibo per tutti”.

Come prenotare

Gli appuntamenti con la gastronomia sono rigorosamente a numero chiuso e prenotabili al momento dell’iscrizione ad ogni evento sempre nel form del sito di Trail Romagna.

Modalità di partecipazione

Gli eventi sono aperti a tutti previa prenotazione sul sito ww.trailromagna.eu; info 338 5097841.

La partecipazione a tutti gli eventi, anche quelli a ingresso libero, è subordinata alla prenotazione on line su www.trailromagna.eu

Come prenotare?

Sul sito, evento per evento, sarà attivo un bottone di prenotazione che collega ad un semplice form di iscrizione.

Questo serve a monitorare l’incremento delle adesioni che si fermerà al raggiungimento del numero chiuso (variabile a seconda dei luoghi).

Le prenotazioni vanno effettuate entro le ore 21 del giorno precedente nel caso di un evento mattutino o entro le ore 15 del giorno stesso per un evento pomeridiano o serale.

Se le prenotazioni non esaurissero i posti disponibili sarà possibile accedere anche last minute fuori lista accrediti.

Sostegno e partecipazione

Con il sostegno di Scuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio.

ItineRA si realizza grazie a: Parco Regionale Delta del Po; Associazione Romagna-CamaldoliG.S. Ravenna Elettromeccanica Srl.

info e prenotazioni www.trailromagna.eu 338 5097841.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.