29 luglio 2010 - Ravenna, Cronaca

Pensioni, campagna di Poste italiane contro furti e truffe

Nel Ravennate attese 25mila persone agli sportelli. I consigli utili

Poste Italiane vara una campagna di informazione e servizi in occasione del pagamento delle pensioni negli uffici postali della provincia di Ravenna.

Come spiegano le Poste, il servizio “Pensionati e Accreditati” “consente di ricevere la pensione direttamente sul Libretto di risparmio postale o sul conto BancoPosta sin dal primo giorno del mese. I titolari di libretto di risparmio nominativo potranno inoltre richiedere insieme all’accredito anche la nuova Carta Libretto Postale. Inoltre comprende un’assicurazione gratuita contro il furto di contante (fino ad un massimo di 700 euro nelle due ore successive). ”.

 

“Agli sportelli postali del Ravennate si presenteranno oltre 25.000 pensionati. Importante dunque ricordare loro di non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità; verificare sempre con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta e per quali motivi; ricordare che nessun dipendente di Poste Italiane o di altri enti o aziende di pubblica utilità ha l'incarico di recarsi presso le abitazioni private per indurre le persone a consegnare denaro, per controllarne l’autenticità o per proporre investimenti.

Coloro che esibiscono false credenziali di Poste Italiane o di altri soggetti vanno quindi immediatamente segnalati alle forze dell'ordine. Nel dubbio si può sempre chiamare l’ufficio postale di riferimento. In caso di necessità da parte di Poste Italiane, il cliente viene contattato tramite avviso o telefonata e invitato a presentarsi direttamente al proprio ufficio postale”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.