12 ottobre 2018 - Ravenna, Sport

Esordio in Superlega casalingo per la Consar Ravenna

Nell’anticipo del Pala De Andrè affronta la Revivre Milano

Si apre domani, sabato 13 ottobre, il campionato di Superlega di volley, e nell’anticipo della prima giornata, alle 18 con diretta su Rai Sport, la Consar Ravenna ospita al Pala De Andrè la Revivre Milano.

Riparte quindi l’avventura nel massimo campionato di volley maschile per i romagnoli, che si presentano ai nastri di partenza con l’obiettivo chiaro di una salvezza tranquilla, ma con la voglia di sorprendere.

Il record storico di 1268 abbonati testimonia l’entusiasmo del pubblico nei confronti di una squadra profondamente rinnovata e ringiovanita, ma che dovrà fare i conti con un’avversaria difficile, la Revivre Axopwer Milano.

L’avversaria

I lombardi non nascondono l’ambizione di tornare a lottare per il vertice del campionato, come accadde nei primi anni ’90 quando le sfide proprio con il Messaggero valevano spesso lo scudetto.

Coach Giani, alla sua seconda annata a Milano, guida un roster che si attesta come il secondo più giovane per età media di tutta la SuperLega. Sono tanti i volti nuovi: l’esperto palleggiatore Izzo (ex Molfetta e Vibo), il francese Basic, il promettente centrale sloveno Kozamernik, proveniente dal Trento, lo schiacciatore canadese Maar e il libero Pesaresi, entrambi l’anno scorso al Verona, l’ex Ravenna Elia Bossi, che si appresta a disputare l’ottavo campionato di A1 consecutivo, e lo schiacciatore francese Clevenot. Tra i confermati, il capitano Piano, lo schiacciatore Tondo e l’opposto Abdel-Aziz, nella scorsa stagione terzo assoluto per attacchi vincenti e punti totali e primo per battute vincenti.

Gli assenti

L’unico assente in casa Consar sarà Argenta, alle prese con un fastidio muscolare, mentre dopo l’ottimo debutto nel Memorial Lobietti i due reduci dai Mondiali, Poglajen e Verhees, sono attesi ad una conferma della loro prestazione. Sul fronte Revivre l’unico assente è il capitano Piano, che sta recuperando dall’infortunio al tendine d’Achille accusato nella scorsa stagione.

Le dichiarazioni

Riccardo Goi, 26enne libero, che si può ormai considerare una bandiera per Ravenna, presenta così il match: “Abbiamo fatto un buon precampionato, abbiamo lavorato bene e credo che siamo pronti per questo inizio di campionato. Come ogni anno le aspettative sono quelle di fare il meglio possibile e sappiamo che una squadra come la nostra, un bel gruppo, fatto da giocatori importanti, deve comunque provare a giocarsela con tutte, avere il coltello tra i denti in tutte le partite per raggiungere il prima possibile la salvezza. Il sostegno dei nostri tifosi sarà come sempre fondamentale: giocare davanti ad un maggior numero di persone, ci fa sicuramente molto piacere e sarà per noi un grande stimolo a fare sempre meglio”.

“Affrontiamo  una squadra che sulla carta ha qualcosa più di noi – conclude Goi - però giochiamo in casa e cercheremo di conquistare subito dei punti e, perché no, la vittoria. Partire bene sarebbe importante”.

Coach Graziosi spiega: “Abbiamo concluso un precampionato molto buono, che ci ha aiutato logicamente nel percorso di crescita e ci ha fatto capire che siamo sulla strada giusta: da domani si fa sul serio. Ripartiamo con un progetto nuovo, che mi piace parecchio, e con un organico pieno di giovani molto interessanti che sono sicuro costituiscono il futuro della pallavolo nazionale. Contro Milano ci attende una partita durissima: se riusciremo a limitare il loro opposto di altissimo livello, credo che ce la giocheremo alla pari”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.