14 novembre 2018 - Ravenna, Cultura

Torna la rassegna cinematografica “Per non morire di televisione”

Da domani, giovedì 15, fino a domenica al Palazzo del Cinema

Promossa e organizzata dall'Associazione Culturale Ravenna Cinema in collaborazione con il Comune di Ravenna / Assessorato alla Cultura, torna domani, giovedì 15, la rassegna cinematografica “Per non morire di televisione”.

L’iniziativa, curata da Fabrizio Varesco, arriva alla sua XVI edizione e proseguirà fino a domenica, 18 novembre, con quattro grandi protagonisti. Tutte le proiezioni (ingresso 4€ per ognuna) saranno in lingua originale con sottotitoli in italiano e sono vietate ai minori di 14 anni. 

Le proiezioni

Ad aprire le danze giovedì, alle ore 21, sarà “Friedkin Uncut”, in cui Francesco Zippel racconta, con anche la testimonianza, tra gli altri, di Quentin Tarantino, la vita e il percorso artistico di un regista straordinario e anticonformista, che ha firmato film culto come  Il braccio violento della legge, L’esorcista, Sorcerer, Cruising e Vivere e morire a Los Angeles.

Venerdì 16, sempre alle ore 21, il protagonista sarà Abel Ferrara con “Piazza Vittorio”, ambientato nel quartiere più multietnico di Roma, dove lo stesso regista vive con la compagna e la figlia.

Nuovamente alle 21, sabato 17 il tema cambia completamente con il documentario  di Wilma Labate, “Arriverderci Saigon”. Il film, che ha riscosso notevole successo all’ultima edizione del Festival di Venezia, racconta l'incredibile vicenda del gruppo toscano delle Stars, che si ritrovarono loro malgrado ad esibirsi per tre mesi nelle basi USA durante la guerra del Vietnam.

La proiezione di chiusura di domenica 18 infine, comincerà alle 18 e sarà dedicata a “Don’t blink - Robert Frank”, documentario dedicato alla figura e l’opera del grande fotografo statunitense. Tra i più importanti artisti della storia della fotografia, Robert Frank viene raccontato dalla sua assistente e montatrice Laura Israel, che offre un ritratto inedito della vita del fotografo.

Prima di tutte le proiezioni, esclusa quella di venerdì, saranno presentati tre cortometraggi, dedicati a storie di realtà spesso invisibili o dimenticate, realizzati da Nicola Homegod Casadio, Agostino Cordelli e Daniele Fermani.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018