24 novembre 2018 - Ravenna, Cultura

La storia di Ravenna alla Casa Matha

Presentazione della rivista Ravenna studi e ricerche

Sarà presentato oggi, sabato 24 novembre, alle ore 17, presso la Casa Matha di Ravenna, il numero XXIV della rivista Ravenna studi e ricerche. Nel nuovo numero si parla della storia di Ravenna, dalla collezione numismatica della Biblioteca Classense allo studio dei pittori del Trecento, la I guerra mondiale attraverso le vicende di Giuseppe Galli e l'epigrafe sepolcrale di un antico notaio. Verranno inoltre distribuite copie della rivista e il secondo volume degli Scritti ravennati di Giuseppe Gerola.

Cetty Muscolino, Claudia Giuliani, Alessandro Bazzocchi e Paolo Cavassini parleranno dei contributi pubblicati, nello specifico:

  • Filippo Trerè, «Quei pittori riminesi così maledettamente complicati»: Alberto Marini e gli studi sulla pittura del Trecento a Ravenna
  • Costanza Fabbri, La chiesa ravennate di Santa Chiara tra Cinque e Seicento, attraverso tre documenti che si conservano nel’archivio diocesano della città: ricognizione delle opere mobili
  • Iacopo Benincampi, Un esempio di tardo barocco a Ravenna: Domenico Barbiani e la cappella del Ss. Crocifisso
  • Pier Giorgio Bartoli, Storia di una ricerca anagrafica: Giovanni Battista Serdonati bracciante letterato
  • Enrico Baldini, Giuseppe Galli bersagliere ravennate: memorie sparse
  • Gianantonio Tassinari, San Giovanni evangelista e i mosaici della quarta crociata. Considerazioni araldiche
  • Monia Bigucci, Il museo Zavona di Ravenna: un’indagine d’archivio per una collezione numismatica
  • Andrea Gariboldi, La collezione numismatica del museo di Classe: dall’erudita passione dei monaci all’orgoglio civico nazionale
  • Ruggero Benericetti, L’epigrafe sepolcrale del notaio Pietro nel museo arcivescovile di Ravenna
  • Antonio Zaccaria, Giuliano dei conti di Castrocaro

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018