28 novembre 2018 - Ravenna, Cultura, Eventi, Società

Otello nuovamente in scena per la Trilogia d'Autunno

Il terzo titolo verdiano in scena al Teatro Alighieri

Si conclude il secondo trittico

Con la replica di Otello si conclude anche il secondo trittico di questa Trilogia d’Autunno, che con nove appuntamenti, sera dopo sera fino al 2 dicembre, sta facendo del Teatro Alighieri una sorprendente “fabbrica dell’opera” capace di alternare tre capolavori verdiani sullo stesso palcoscenico.

Il tutto si inserisce nella stagione 2018/2019 del Teatro Alighieri, che quest'anno sarà ricchissima e nella straordinaria maratona lirica che conclude la XXIX edizione di Ravenna Festival. 

Otello ritorna in scena

Giovedì 29 novembre, alle 20.30, Otello ritorna in scena, per accompagnare il pubblico in un mondo oscuro e violento dove i personaggi, quando li cattura la luce, sono ferite aperte nel tessuto della notte.

Il contrasto che unisce e separa Otello e Desdemona si traduce infatti in una teoria di luci e ombre.

Il team

La regia è quella di Cristina Mazzavillani Muti, affiancata da un team creativo che si avvale delle più moderne tecnologie. Nicola Paszkowski dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, che continua ad accompagnare tutti i titoli in programma. Le ultime repliche di Nabucco, Rigoletto e Otello saranno in scena, rispettivamente, il 30 novembre e l’1 e 2 dicembre.

Debutti

Sono tutti al debutto nel ruolo i protagonisti dell’Otello, a conferma del valore della Trilogia come trampolino di lancio e palestra per nuovi talenti: Otello è il tenore georgiano Mikheil Sheshaberidze, mentre Jago e Desdemona sono rispettivamente Luca Micheletti ed Elisa Balbo.

Interpreta Cassio Giuseppe Tommaso, mentre veste i panni di Roderigo Giacomo Leone. Lodovico, Montano ed Emilia sono Ion Stancu, Paolo Gatti e Antonella Carpenito.

Il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini”, che come la Cherubini contribuisce all’intera Trilogia, è guidato da Martino Faggiani e Massimo Fiocchi Malaspina; il Coro di Voci Bianche Ludus Vocalis è invece preparato da Elisabetta Agostini. Nicola Paszkowski, che aveva già diretto gli omaggi a Verdi delle prime trilogie, torna per quest’occasione sul podio della Cherubini. Accanto a Cristina Muti, il lighting designer Vincent Longuemare e Alessandro Lai per i costumi.

Informazioni 

Info e prevendite: tel. 0544 249244 – www.ravennafestival.org
Biglietti: da 18 a 70 euro / Speciale giovani: 5 euro / under 18 e universitari: 50% sulle tariffe ridotte

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018