7 dicembre 2018 - Ravenna, Cronaca

Furti in appartamento per oltre 10mila euro: in 3 fermati per ricettazione

Operazione lampo delle Squadre Mobili di Ravenna e Forlì

Prosegue l’azione della Polizia di Stato in contrasto ai furti in abitazione. In seguito a un’indagine avviata ieri, 6 dicembre, a Punta Marina, dopo il rinvenimento di un’auto rubata, le Squadre Mobili di Ravenna e Forlì hanno sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria tre uomini, un 23enne cittadino algerino e due cittadini albanesi di 28 e 21 anni, per il reato di ricettazione in concorso.

Gli agenti hanno rinvenuto oltre 10mila euro di refurtiva e sono in corso le investigazioni per risalire ai proprietari degli oggetti recuperati.

L’auto rubata

Dopo aver ritrovato l’auto, che risultava essere il provento di un furto in abitazione commesso a Forlì martedì 4 dicembre scorso, gli investigatori si sono appostati con auto civetta nelle vicinanze del veicolo rubato e, verso le 18.30, hanno bloccato un uomo che tentava di salire sul mezzo.

Altri due uomini, vista la scena, si sono poi dati alla fuga all’interno della pineta lasciando cadere alcuni oggetti, in seguito riconosciuti come provento di furti commessi in abitazioni di Ravenna e Cesena.

Il covo

Gli investigatori delle Squadre Mobili hanno però individuato il covo dei malviventi a poche centinaia di metri dal luogo di ritrovamento della prima auto e vi hanno fatto irruzione, sorprendendo 5 persone, tra le quali i due fuggitivi. All’interno della casa sono stati trovati anche attrezzi da scasso, capi di abbigliamento, telefoni cellulari, tv al plasma, orologi, una macchina fotografica professionale e circa 2mila euro in contanti, per un valore complessivo di circa 10mila euro, probabilmente frutto di vari furti.

I fermati

Dei tre fermati, il 28enne albanese e l’algerino sono risultati già gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio.  Il primo, non in regola con le norme sul soggiorno, è stato arrestato altresì per aver fatto rientro in Italia in violazione al provvedimento di divieto di ingresso prima dell’anno 2023.

Tutti e tre gli uomini sono stati sottoposti a fermo di Polizia Giudiziaria e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ravenna, accompagnati in carcere a Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018