7 dicembre 2018 - Ravenna, Cronaca

Controllo di vicinato: al via il progetto SicURa Web

A partire da gennaio sarà operativa la piattaforma online

È al via l’evoluzione del progetto SicURa in SicURa Web. Dopo la nascita del primo strumento, sviluppato grazie alla collaborazione fra cittadini, Polizia Municipale e amministrazione comunale, su proposta del vicesindaco Eugenio Fusignani, la nuova evoluzione consiste nella dotazione di una piattaforma informatica dove far convogliare tutti i dati per migliorare il servizio.

SicURa

SicURa sfruttava la messaggistica su cellulare di Whatsapp, con l’obiettivo di arrivare a una circolazione di informazioni in modo organizzato su tutto ciò che non riguarda reati veri e propri, ma che può rivelarsi un campanello d’allarme, e i primi contatti tra l’assessorato alla Sicurezza e alla Polizia municipale e i gruppi whatsapp risalgono all’ottobre 2017.

In seguito si è collaborato alla definizione del programma SicURa, che è diventato operativo ad aprile e al momento coinvolge quattro gruppi di controllo di vicinato e 45 referenti circa, oltre a moltissimi “segnalanti”, ovvero i cittadini che collaborano nelle singole chat gestite da ogni gruppo.

SicURa Web

A partire dall’estate si è cominciato a sviluppare il progetto SicURa Web, anche con la collaborazione dell’Ufficio sistemi informativi territoriali del Comune. Una volta individuata la ditta, la GeoGraphics srl, chiamata a sviluppare la relativa piattaforma web, nella quale inserire dati e georeferenziare le segnalazioni, al momento il progetto è in fase di simulazione, con il contributo di cinque referenti.

A partire da gennaio è prevista la piena operatività, con l’inserimento di dati reali. I referenti riceveranno username e password personali per inserire le segnalazioni con data/ora/luogo (georeferenziato) dell'evento e tipologia, eventuale descrizione di veicoli presenti ed eventuale descrizione di persone presenti.

In questo modo la Polizia municipale potrà effettuare analisi, anche di singole tipologie in base a filtri, in termini di quantitativo/tipologia ed evoluzione/migrazione dei fenomeni oggetto di registrazione per individuare le zone a maggiore criticità.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018