12 dicembre 2018 - Ravenna, Arte

Padri, madri e figli sulle pareti del Tribunale

Mostra permanente di fotografie di Giampiero Corelli

È stata inaugurata oggi, mercoledì 12 dicembre, al Palazzo di Giustizia di Ravenna, la mostra permanente del fotografo Giampiero Corelli, che comprende una selezione tratta dai celebri lavori “Babbo mio”. “Mamma mia”, “Bimbo mio”.

L’iniziativa è resa possibile grazie al sostegno dell’Ordine degli avvocati della provincia di Ravenna, della Fondazione forense ravennate e della Fondazione Cassa di Ravenna.

Il commento

“Accanto ai ‘Gorilla’ posti all’esterno del Palazzo di Giustizia, che sul piano simbolico rappresentano il lungo e tortuoso percorso della civiltà, dai primordi a oggi, con la collocazione all’interno del tribunale delle opere di Corelli si è voluta condividere una ulteriore considerazione – spiega il presidente del Tribunale Roberto Sereni Lucarelli - Una volta varcata la soglia dell’istituzione, presidio della dimensione etica e della coscienza civile di una società, non si deve dimenticare che la ‘giustizia’ di ogni decisione interagisce indistintamente con uomini, donne e bambini”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.