16 dicembre 2018 - Ravenna, Sport

La Conad rimonta due set ma cede al tie break alla capolista Trento

Dopo un avvio sottotono Ravenna ribalta tutto, ma si ferma a un punto dal successo

Al termine di una partita ricca di emozioni e capovolgimenti di fronte, ma purtroppo anche segnata da due infortuni, la Conad Ravenna cede per 2-3 al tie break alla capolista Trento. Dopo due set giocati sottotono, l’Olimpia Teodora cambia marcia riuscendo a strappare il terzo per 36-34, annullando anche 3 match point. L’inerzia dell’incontro sembra cambiata e le padrone di casa, trascinate da una straordinaria Mendaro da 32 punti si guadagnano il tiebreak, dove hanno tra le mani anche due match point sul 14-12, ma alla fine è Trento ad avere la meglio.

La partita

Primo set a senso unico, con Trento che si porta subito sullo 0-2 e ricaccia indietro tutti i tentativi di rimonta della Conad. Le ospiti perdono Baldi per un brutto infortunio al ginocchio, ma restano concentrate e, grazie a un ottimo lavoro a muro si portano 12-20 con l’ace di Mason. Per Ravenna entrano Vallicelli e Ubertini, ma un altro ace, stavolta di Fondriest, chiude i conti sul 13-25 in favore della Delta Informatica.

La seconda frazione è una fotocopia della prima, con Trento che parte 0-2 e allunga pian piano fino al 15-23. Il set sembrerebbe chiuso, ma l’Olimpia Teodora trova una incredibile reazione d’orgoglio e, con un parziale di 8-0 firmato Mendaro e Bacchi, sul servizio della neo entrata Canton, pareggia i conti sul 23-23. Nonostante la rimonta, la volata premia le ospiti, che chiudono 23-25 e si portano sullo 0-2.

Sul primo punto del terzo set si fa male al ginocchio anche Canton, ma la Conad riesce a mantenere il set in equilibrio. Si gioca punto a punto finchè Mendaro non regala il 23-21 alle padrone di casa, ma Trento annulla due set point consecutivi prolungando la frazione, che si protrae per 45’ e oltre la soglia dei 30 punti. Ravenna annulla 3 match point alle avversarie, ma solo al decimo tentativo riesce a portare a casa il parziale col punteggio di 36-34.

L’inerzia della partita sembra essere girata nel quarto set e i muri di Torcolacci e Mendaro doppiano le ospiti sul 12-6 in favore dell’Olimpia Teodora. Trento torna sotto sul 13-12, ma nella seconda parte del set la Conad cambia marcia trascinata da 3 punti consecutivi di Mendaro. Il muro di Aluigi vale il 22-15 e, al quarto tentativo, la solita Mendaro mette a terra il 25-21 che porta il match al tie break.

Nel quinto set le squadre combattono punto a punto, poi Gioli regala il primo break di vantaggio alla Conad sul 7-5. Dopo il cambio campo il muro di Mendaro vale l’11-8 e Ravenna ha per le mani due match point sul 14-12. La Delta Informatica li annulla entrambi girando radicalmente l’inerzia della partita e portandosi avanti 14-15. Gioli annulla il match point, ma Trento riesce a chiudere per 15-17 e portare a casa l’incontro.

Le dichiarazioni

“Questa sera c’è solo da applaudire l’atteggiamento delle ragazze – commenta a calco Coach Nello Caliendo –. Eravamo sotto per 2 a 0 e abbiamo recuperato poi è stato un peccato non chiudere la partita. Però credo che tutto si possa dire tranne che non ci siamo impegnati e che non abbiamo dato tutto. Quindi brave le ragazze sicuramente. Da adesso in poi dobbiamo lottare con il coltello fra i denti, stasera abbiamo dimostrato che sappiamo soffrire e bisogna continuare su questa strada. Se non avessimo le qualità non saremmo mai arrivati al tie break con la capolista”.

Yaremis Mendaro, top scorer del match aggiunge: “Stasera non abbiamo iniziato bene. Poi siamo riuscite a trovare quel qualcosa che ci mancava e ad avere un atteggiamento diverso e portare avanti la partita. Dal terzo set abbiamo giocato al 100% anche se alla fine il match l’abbiamo perso nei dettagli. L’avversario era di alto livello ma noi siamo riusciti a reagire. Da adesso in poi dobbiamo andare a giocare come se ogni partita fosse l’ultima della vita. Stasera abbiamo dimostrato il valore che abbiamo e quello che possiamo fare come squadra. Dobbiamo continuare a lavorare e a crederci e giocarcela fino alla fine dando sempre il meglio”.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Delta Informatica Trentino 2-3 (13-25, 23-25, 36-34, 25-21, 15-17)

Ravenna: Bacchi 17, Mendaro 32, Gioli 12, Torcolacci 10, Agrifoglio 1, Calisesi, Canton, Rocchi (L), Aluigi 7, Ubertini, Vallicelli. N.e: Fusaroli, Altini. All.:Nello Caliendo. Vice all.: Francesco Guarnieri.

Muri 11, ace 2, battute sbagliate 11, errori ricez. 5, ricez. pos 59%, ricez. perf 35%, errori attacco 18, attacco 35%.

Trento: Carraro 1, Baldi 1, Mason 1, Moro (L), Fondriest 19, Mazzon G. 1, Moncada 3, Tosi 11, Furlan 9, Fiesoli 19, Vianello, Mc Clendon 20. N.e.: Mazzon A. All.: Nicola Negro. Vice all.: Serena Avi.

Muri 14, ace 5, battute sbagliate 12, errori ricez. 2, ricez. pos 61%, ricez. perf 27%, errori attacco 19, attacco 33%.

Durata set: 26‘, 30’, 45‘, 29’, ; tot. ‘

Arbitri: Deborah Proietti e Andrea Rossetti.

Spettatori: 400 circa.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019