19 dicembre 2018 - Ravenna, Cronaca, Economia & Lavoro

Più stanziamenti per scuola e cultura nel bilancio 2019/2021, “ma senza aumentare le tasse”

De Pascale: “Crescono gli investimenti e ripartono le assunzioni”

Sono stati presentati ieri, martedì 18, il Documento unico di programmazione (Dup) e il Bilancio di previsione 2019/2021, che saranno discussi e approvati in consiglio comunale prima di Natale. Il piano investimenti sarà di circa 63 milioni, di cui circa 20 con risorse comunali.

Tra gli altri stanziamenti spiccano un consolidamento delle risorse per tutti i servizi e assegnazioni aggiuntive previste per:

  • attività culturali, con stanziamenti di 545mila euro;
  • diritto allo studio, con una crescita degli stanziamenti di 150mila euro in relazione alla prevista crescita di fabbisogno
  • asili e scuole d’infanzia, con 50mila euro in più per l’adeguamento alle convenzioni Fism.

Il commento del Sindaco

“Le nostre politiche di bilancio – commenta il sindaco Michele de Pascale – sostengono diffusamente tante attività e da sempre principalmente tre filoni d’intervento, sociale, educativo e culturale, con l’impiego di risorse crescenti dal 2016, incrementate ulteriormente per il 2019, pur non aumentando le tasse locali.

Solo per fare alcuni esempi, le risorse per il sostegno scolastico sono passate dai 2,403 milioni del 2017 ai 2,956 del 2018 e quelle per la cultura dai 7,396 milioni del 2016 ai 7,816 del 2017 e ai 10,574 del 2018.

Per quanto riguarda gli investimenti, le risorse stanziate aumentano ulteriormente, arrivando a 63 milioni. Il trend di crescita risulta evidente guardando agli importi complessivi delle gare bandite negli ultimi anni, che sono passati dai 27 milioni del 2016, ai 28 del 2017 e ai 40 del 2018. I principali ambiti di intervento hanno finora riguardato le strade, i ponti  e l’edilizia pubblica.

A questa linea di sviluppo corrisponde un investimento, dopo tanto tempo, in termini di risorse umane. Per offrire una risposta più efficace alle esigenze della comunità, oltre all’aumento significativo degli agenti di Polizia municipale, l’amministrazione ricomincia ad assumere personale, in particolare profili tecnici e amministrativi, pedagogisti e assistenti sociali”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.